Jelevelencre

Jelevelencre

Braccio carico scarico carni

Posted on Author Dajar Posted in Antivirus

  1. INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
  2. Carne braccio di carico/braccio per il carico e lo scarico carne per macello
  3. Fiat ducato ducato ducato
  4. Gli ambienti per spedizioni e le bocche di carico: strutture per macelli e non solo

Braccio carico per camion MA Macchina da carico e scarico carne, a colonna girevole, per auto frigo. Il sollevatore MA Tecnoalimenta è interamente costruito in. La lunghezza del braccio anteriore è di mm, per permettere di raggiungere agevolmente anche il carico dell'ultima guidovia posizionata. La struttura realizzata interamente in acciaio inox, rende il braccio Impiego: viene utilizzato nelle bocche di carico e scarico della carne, quando il piano della​. Carne braccio di carico/braccio per il carico e lo scarico carne per macello. Prodotti più venduti. Più venduti in. FOB Prezzo di riferimento.

Nome: braccio carico scarico carni
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 18.81 MB

Per la pulizia delle mani tali impianti debbono essere provvisti di acqua corrente fredda e calda, oppure di acqua premiscelata alla temperatura opportuna, di prodotti per la pulizia e disinfezione, nonche' dei dispositivi igienici per l'asciugatura delle mani b dispositivi per la disinfezione degli attrezzi di lavoro, in cui l'acqua deve avere una temperatura non inferiore a 82 gradi centigradi C 3.

Le superfici che vengono, o possono venire, a contatto con le carni, incluse le saldature e le giunture, devono essere mantenute liscie.

Tali impianti devono comprendere un sistema che permetta l'evacuazione dell'acqua condensata in modo che non comporti rischi di contaminazione delle carni 6. Tuttavia, a titolo eccezionale, e' autorizzato l'uso di acqua non potabile per la produzione di vapore, per la lotta antincendio e per il raffreddamento delle macchine frigorifere, purche' le relative condutture non permettano di usare tale acqua per altri scopi e non presentino alcun pericolo di contaminazione per le carni fresche.

Le tubature per l'acqua non potabile devono essere chiaramente distinguibili da quelle per l'acqua potabile 7.

Le persone che abbiano maneggiato animali malati o carni infette devono lavarsi immediatamente e accuratamente mani e braccia con acqua calda, poi disinfettarle. E' vietato fumare nei locali di lavoro e di deposito, nelle aree di carico, di ricevimento, di smistamento, di scarico e nelle altre aree e nei corridoi in cui le carni fresche transitano. I roditori, gli insetti ed altri parassiti devono essere sistematicamente distrutti.

INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Essi devono essere puliti e disinfettati con cura piu' volte nel corso della giornata di lavoro, nonche' al termine delle operazioni della giornata e prima di essere riutilizzati, ogni qualvolta siano stati insudiciati. I locali, le attrezzature e gli utensili di lavoro non debbono essere adibiti ad usi diversi dalla lavorazione delle carni fresche o delle carni di selvaggina di allevamento autorizzato conformemente al D.

Tale requisito non si applica: al materiale da trasporto utilizzato nei locali di cui al punto 17, lettera a, quando le carni sono imballate, - al sezionamento di carni di pollame o di altre carni di selvaggina o di coniglio oppure all'elaborazione di preparazione di carne, a condizione che tali operazioni siano effettuate in un momento diverso da quello del sezionamento delle carni fresche o di carni di selvaggina di allevamento di cui al primo comma e che il locale di sezionamento sia completamente pulito e disinfettato prima di essere nuovamente adibito al sezionamento di carni fresche o di carni di selvaggina di allevamento.

Gli attrezzi usati per il sezionamento delle carni possono essere utilizzati soltanto a tal fine. Le carni e i recipienti che le contengono non devono entrare in contatto diretto col suolo.

Inoltre, l'acqua non potabile puo' essere impiegata in casi eccezionali per il raffreddamento delle macchine frigorifere. Le condutture dell'acqua non potabile devono essere facilmente distinguibili da quelle per l'acqua potabile. E' vietato spargere segature o altro materiale analogo sul pavimento dei locali di lavoro e di deposito delle carni fresche. I detersivi, disinfettanti e altri prodotti similari devono essere utilizzati in modo da non contaminare le attrezzature, gli strumenti di lavoro e le carni fresche.

Carne braccio di carico/braccio per il carico e lo scarico carne per macello

Successivamente le attrezzature e gli strumenti di lavoro devono essere risciacquati a fondo con acqua potabile. La lavorazione e la manipolazione delle carni devono essere vietate alle persone che possono contaminarle. All'atto dell'assunzione, le persone addette alla lavorazione e alla manipolazione delle carni fresche sono tenute a provare mediante certificato medico che nulla osta allo svolgimento di dette mansioni. I successivi controlli medici di tali persone sono stabiliti dalla legislazione nazionale in vigore nello Stato membro in questione.

Gli animali devono essere sottoposti all'ispezione ante mortem il giorno stesso del loro arrivo al macello o prima dell'inizio della macellazione giornaliera se gli animali sono stati tenuti in stalla durante la notte, tale esame deve essere rinnovato immediatamente prima della macellazione. Il conduttore del macello, il proprietario o il suo rappresentante, deve facilitare le operazioni di ispezione sanitaria ante mortem, in particolare qualsiasi manipolazione ritenuta necessaria. Ogni animale macellato deve portare un marchio di identificazione il quale permetta all'autorita' competente di determinare l'origine di detto animale.

Qualora, per effettuare una diagnosi, sia necessario procedere ad una ispezione post mortem, il veterinario ufficiale dispone affinche' gli animali in questione siano macellati separatamente o al termine delle operazioni normali. Gli animali in questione sono sottoposti ad ispezione post mortem accurata e integrata, se il veterinario lo ritiene necessario per conferma, da un esame batteriologico appropriato e dalla ricerca di residui di sostanze aventi azione farmacologica di cui si puo' supporre che siano state somministrate, tenuto conto delle condizioni patologiche osservate.

Gli animali da macello introdotti nei locali per la macellazione devono essere immediatamente macellati e le operazioni di dissanguamento, scuoiatura o depilazione, tolettatura ed eviscerazione devono essere effettuate in modo da evitare qualsiasi contaminazione delle carni. Il dissanguamento deve essere completo. Il sangue destinato al consumo umano deve essere raccolto in recipienti perfettamente puliti.

Esso non puo' essere agitato a mano, ma soltanto con strumenti rispondenti alle esigenze igieniche. Salvo per i suini e fatta salva la deroga di cui al capitolo VIII, punto 41, D, lettera a, seconda frase, e' obbligatorio lo scuoiamento immediato e completo. I suoni, se non vengono scuoiati, devono essere immediatamente privati delle setole.

Per tale operazione possono essere utilizzati coadiuvanti, a condizione che gli animali siano succesivamente risciacquati a fondo con acqua potabile. Non e' necessario scuoiare le teste di vitelli e ovini se sono manipolate in modo da evitare qualsiasi contaminazione delle carni fresche. L'eviscerazione deve essere effettuata immediatamente e terminata al piu' tardi 45 minuti dopo lo stordimento o, in caso di macellazione imposta da un rito religioso, mezz'ora dopo il dissanguamento.

Il polmone, il cuore, il fegato, i reni, la milza e i linfonodi mediastinici possono essere asportati o lasciati aderenti alla carcassa mediante le loro connessioni anatomiche. Gli organi asportati devono essere muniti di un numero o di altro mezzo di identificazione che consenta di riconoscere la loro appartenenza alla carcassa cio' vale anche per la testa, la lingua, il tubo digerente e ogni altra parte dell'animale necessaria per l'ispezione o eventualmente necessaria per l'esecuzione dei controlli previsti nel decreto legislativo 27 gennaio 1992, n.

Le parti suddette devono restare nelle vicinanze della carcassa fino alla fine dell'ispezione. Tuttavia i peni possono essere evacuati immediatamente, purche' non presentino alcun segno patologico o lesione.

Per tutte le specie, i reni devono essere privati della loro copertura di grasso nel caso di animali delle specie bovina e suina e dei solipedi, va asportata la capsula perirenale. E' vietato piantare coltelli nelle carni, utilizzare panni o altri materiali per la loro ripulitura o procedere a loro insufflazione.

Tuttavia, l'insufflazione di un organo puo' essere autorizzata quando sia imposta da un rito religioso ma in tal caso e' vietato il consumo umano dell'organo che e' stato oggetto di insufflazione.

Le carcasse dei solipedi, dei suini di oltre quattro settimane e dei bovini di oltre sei mesi devono essere presentate all'ispezione tagliate in mezzene con i tagli longitudinali della colonna vertebrale. Se necessario per esigenze ispettive, il veterinario ufficiale puo' richiedere la divisione longitudinale della teste e della carcassa di qualsiasi animale.

Tuttavia, per tener conto di esigenze tecniche o di abitudini di consumo locali, l'autorita' sanitaria locale puo' autorizzare la presentazione all'ispezione di carcasse di suini non tagliate in mezzene. Prima della fine dell'ispezione, le carcasse e le frattaglie non ispezionate non devono poter entrare in contatto con le carcasse e le frattaglie gia' ispezionate ed e' vietato procedere al sezionamento della carcassa, all'esportazione o all'ulteriore trattamento.

Le carni trattenute in osservazione o dichiarate non idonee al consumo umano, gli stomachi, gli intestini e i sottoprodotti non commestibili non devono poter entrare in contatto con carni dichiarate idonee al consumo umano e devono essere deposte appena possibile in locali o recipienti speciali situati e disposti in modo da evitare possibili contaminazioni di altre carni fresche.

Se il sangue o le frattaglie di piu' animali sono raccolti nello stesso recipiente prima che sia terminata l'ispezione post mortem, tutto il contenuto del recipiente deve essere dichiarato non idoneo al consumo umano qualora la carcassa di uno di tali animali sia dichiarata non idonea al consumo umano. La tolettatura, la manipolazione, l'ulteriore trattamento e trasporto delle carni e frattaglie devono avvenire in osservanza di tutti i requisiti in materia di igiene.

L'imballaggio delle carni deve essere effettuato in conformita' del capitolo II, punto 14, lettera d ed alle condizioni previste dal capitolo XI. Una volta imballate le carni devono essere immagazzinate in un locale diverso da quello in cui si trovano carni fresche esposte. Tutte le parti dell'animale, ivi compreso il sangue, devono essere sottoposte ad ispezione immediatamente dopo la macellazione, per consentire di verificare se esse siano idonee al consumo umano.

L'ispezione post mortem deve comprendere: a esame visivo dell'animale macellato e dei relativi organi b palpazione degli organi di cui al punto 41 e, qualora il veterinario ufficiale lo ritenga necessario, dell'utero. Il veterinario ufficiale deve eseguire, in particolare, le operazioni seguenti: A.

Incisione ed esame dei linfonodi sottomascellari, retrofaringei e parotidei Inn. Esame dei masseteri esterni in cui si devono praticare due incisioni parallele alla mandibola, e dei masseteri interni muscoli pterigoidei interni che devono essere incisi lungo un unico piano.

Esame visivo e palpazione della lingua, previamente isolata in modo da consentire un'accurata esplorazione delle cavita' boccale e retroboccale. Asportazione delle amigdale b ispezione della trachea esame visivo e palpazione dei polmoni e dell'esofago incisione ed esame dei linfonodi bronchiali e mediastinici Inn.

La trachea e le principali ramificazioni dei bronchi devono essere aperte mediante taglio longitudinale e i polmoni devono essere incisi nel loro terzo inferiore perpendicolarmente al loro asse maggiore tuttavia, dette incisioni non sono necessarie quando i polmoni sono esclusi dal consumo umano c esame visivo del pericardio e del cuore quest'ultimo deve essere inciso longitudinalmente in modo da aprire i ventricoli e tagliare il setto interventricolare d esame visivo del diaframma e esame visivo e palpazione del fegato e dei linfonodi periportali Inn.

Ispezione e palpazione dei linfonodi pancreatici f esame visivo del tubo gastroenterico, del mesenterio e dei linfonodi gastrici e mesenterici Inn. Nella vacca, le mammelle devono essere aperte con una lunga e profonda incisione fino ai seni galattofori sinus galactophores e i linfonodi delle mammelle devono essere incisi, salvo quando esse sono escluse dal consumo umano B.

Incisione ed esame dei linfonodi retrofaringei Inn. Ispezione della cavita' boccale e retroboccale e palpazione della lingua. Asportazione delle amigdale b esame visivo dei polmoni, della trachea e dell'esofago palpazione dei polmoni incisione ed esame dei linfonodi bronchiali e mediastinici Inn. La trachea e le principali ramificazioni dei bronchi devono essere aperte mediante taglio longitudinale e i polmoni devono essere incisi nel loro terzo inferiore perpendicolarmente al loro asse maggiore tuttavia, dette incisioni non sono necessarie quando i polmoni sono esclusi dal consumo umano c esame visivo del pericardio e del cuore quest'ultimo deve essere inciso longitudinalmente in modo da aprire i ventricoli e tagliare il setto interventricolare d esame visivo del diaframma e esame visivo del fegato e dei linfonodi periportali Inn.

In caso di dubbio, la regione ombelicale deve essere incisa e le articolazioni devono essere aperte esame del liquido sinoviale C. Incisione ed esame dei linfonodi sottomascellari Inn. Asportazione delle amigdale b esame visivo dei polmoni, della trachea e dell'esofago. Palpazione dei polmoni e dei linfonodi bronchiali e mediastinici Inn. La trachea e le principali ramificazioni dei bronchi devono essere aperte mediante taglio longitudinale e i polmoni devono essere incisi nel loro terzo inferiore trasversalmente alle ramificazioni principali della trachea tuttavia dette incisioni non sono necessarie quando i polmoni sono esclusi dal consumo umano c esame visivo del pericardio e del cuore quest'ultimo deve essere inciso longitudinalmente in modo da aprire i ventricoli e tagliare il settore interventricolare d esame visivo del diaframma e esame visivo del fegato, dei linfonodi periportali Inn.

In caso di dubbio, la regione ombelicale deve essere incisa e le articolazioni devono essere aperte D. In caso di dubbio, tali organi e linfonodi devono essere incisi ed esaminati c esame visivo del pericardio e del cuore. In caso di dubbio, il cuore deve essere inciso ed esaminato d esame visivo del diaframma e esame visivo del fegato e dei linfonodi periportali Inn. In caso di dubbio la regione ombelicale deve essere incisa e le articolazioni devono essere aperte E.

Asportazione delle amigdale b esame visivo dei polmoni, della trachea e dell'esofago palpazione dei polmoni palpazione e, se del caso, incisione dei linfonodi bronchiali e mediastinici Inn. In caso di dubbio, la regione ombelicale deve essere incisa e le articolazioni devono essere aperte m ricerca della melanosi e dei melanomi su tutti i cavalli grigi o bianchi in corrispondenza dei muscoli e dei linfonodi Inn.

I reni devono essere isolati ed esaminati mediante incisione attraverso l'intero organo. In caso di dubbio, il veterinario ufficiale puo' eseguire, sulle parti in causa degli animali, ulteriori tagli e ispezioni che ritenga necessari per fare una diagnosi definitiva. Qualora il veterinario ufficiale constati una evidente trasgressione alle norme d'igiene previste dal presente capitolo o un ostacolo ad un'ispezione sanitaria adeguata, e' abilitato a intervenire sull'utilizzazione delle attrezzature o dei locali e ad adottare le misure necessarie che possono anche comportare la riduzione del ritmo di produzione o la sospensione temporanea del processo di produzione.

I linfonodi sopra menzionati di cui e' prescritta l'incisione devono essere sottoposti sistematicamente ad incisioni multiple e ad un esame visivo. Il veterinario ufficiale deve inoltre effettuare sistematicamente: 1 la ricerca della cisticercosi nei suini. L'esame deve essere effettuato secondo metodi scientificamente e praticamente sperimentali, in particolare metodi fissati nelle direttive comunitarie o in altre norme internazionali. I risultati devono essere valutati sulla base di un metodo di riferimento almeno equivalente, per quanto riguarda l'esattezza, ad un esame trichinoscopico ai sensi dell'allegato E del D.

La Commissione pubblica tale metodo di riferimento nella Gazzetta ufficiale delle Comunita' europee. I risultati delle ispezioni sanitarie ante e post mortem vengono registrati dal veterinario ufficiale e, in caso di diagnosi di una malattia trasmissibile all'uomo, vengono comunicati alle autorita' veterinarie competenti, preposte al controllo dell'allevamento da cui provengono gli animali nonche' al responsabile dello stesso allevamento.

Il sezionamento in pezzi piu' piccoli di quelli di cui all'articolo 4, comma 2, il disossamento o il sezionamento di frattaglie di bovini e' autorizzato soltanto nei laboratori di sezionamento riconosciuti. Il conduttore dello stabilimento, il proprietario o il suo rappresentante e' tenuto ad agevolare le operazioni di controllo dell'impresa, in particolare ad effettuare qualsiasi manipolazione ritenuta utile e a mettere a disposizione del servizio di controllo le attrezzature necessarie.

Deve in particolare essere in grado, ad ogni richiesta, di indicare al veterinario ufficiale incaricato del controllo la provenienza delle carni introdotte nel proprio stabilimento e l'origine degli animali abbattuti. Fatto salvo il capitolo V, punto 19, secondo comma, le carni che non rispondono alle condizioni di cui all'articolo 4, comma 2, lettera b, possono trovarsi nei laboratori di sezionamento riconosciuti soltanto a condizione di esservi depositate in locali speciali esse devono essere sezionate in luoghi o in momenti diversi dalle carni che rispondono a dette condizioni.

Il veterinario ufficiale deve avere libero accesso in qualsiasi momento a tutti i locali di deposito e di lavoro per accertarsi della rigorosa osservanza delle precedenti disposizioni.

Subito dopo il sezionamento e, se del caso, l'imballaggio, le carni devono essere trasportate nel locale frigorifero appropriato di cui al punto 15, lettera a di detto capitolo. Sistema interno di sterilizzazione ad acqua calda. Caratteristiche tecniche: Potenza motore 3.

Esclusiva tecnologia unita ad un inedito design. Nuovo design studiato per il settore bovino ed equino. Sistema di sterilizzazione interno a passaggio di acqua calda. Particolarmente indicata per impianti medio-piccoli. Motore elettrico in bassa tensione per la massima resa. Taglio sterno in 4 secondi. Maneggevole, peso bilanciato. Manutenzione estremamente ridotta. Alto rendimento, particolarmente indicata per impianti medio-grandi. Potente motore elettrico per la massima resa.

Taglio sterno in 3 secondi. Manutenzione ridotta grazie al sistema di trasmissione a bagno d olio. Lunghezza Totale: 838 mm con lama da 290mm Peso: 20. Lame indeformabili per la massima resa.

La migliore macchina per il taglio di zampe anteriori e posteriori sulle giunture o sull osso. Straordinaria maneggevolezza grazie al peso bilanciato. Manutenzione ridotta grazie al sistema di ingrassatori sui perni snodo. Lame di acciaio ad alta resistenza con esclusivo sistema anti-torsione. Materiali anticorrosione per la massima igiene.

Caratteristiche tecniche: Forza di taglio: 44 Kn Tempo medio operazione: 1,5 sec. Adatta anche al taglio di piccole corna ovine. Alta resa in ogni situazione: veloce e precisa. Straordinaria maneggevolezza grazie al peso contenuto. Caratteristiche tecniche: Forza di taglio: 10. Brevetto Internazionale unito a designe e semplicità d uso Straordinaria qualità di rendimento per il migliore risultato senza tagli o incisioni della pelle. L alta efficacia riduce al minimo l affaticamento dell operatore.

Semplice collegamento al circuito dell aria compressa. Leggero e Flessibile, progettato per una lunga durata. Motore ad alto rendimento e lame inossidabili. Potente motore elettrico a doppio isolamento e robusta meccanica per la massima affidabilità. Ideale per il settore bovino e suino. Taglio di sezionatura, sgrossatura, scolonnamento, prosciutti, spalle, ossi. Motore monofase a doppio isolamento, alta efficienza. Costruzione particolarmente robusta e manutenzione semplificata.

Caratteristiche tecniche: Potenza Motore: 1. Potente motore elettrico senza manutenzione e robusta meccanica per la massima affidabilità.

Freno meccanico o elettronico. Disponibile in versione monocomando o bi-comando.

Fiat ducato ducato ducato

Caratteristiche tecniche: Potenza Motore: 2. Taglio quarti anteriori, stinco, sgrossatura. Vibrazioni drasticamente ridotte rispetto a modelli di pari categoria. Robusta costruzione e manutenzione semplificata.

I bilanciatori a molla facilitano ed ottimizzano l utilizzo di macchine e attrezzi. Caratteristiche tecniche: Capacità: da 0. Disponibile anche con carenatura. Si riducono gli sprechi in maniera significativa, migliorando la presentazione e la finitura del prosciutto.

Grazie al facile utilizzo non è richiesta mano d opera qualificata. Attrezzature per la macellazione Sterilizzatore art. Macchina fendicranio idraulica per bovini Apparecchiatura fendicranio a funzionamento elettrico-oleodinamico per la lavorazione della carne bovina costruita interamente in acciaio INOX, disponibile con lama sagomata che non intacca le cervella dell animale oppure con lama piatta per sezionare semplicemente il cranio.

Lama in acciaio INOX temprato spessore 20 mm. Potenza massima sviluppata sulla lama 4000 Kg. Comandi elettrici in bassa tensione con dispositivo simultaneo di sicurezza. Grazie alla struttura in acciaio inox e al peso contenuto di 7 kg, la levapalette a funzionamento pneumatico è facile da utilizzare ed estremamente maneggevole. L estrazione dell osso avviene tramite il cilindro pneumatico. Caratteristiche tecniche: Struttura in acciaio inox e alluminio Carenatura e ganci estrattori in acciaio inox Comandi pneumatici Potenza massima sviluppata 1000 kg Peso macchina: 7 kg Alimentazione ad aria compressa, consumo aria 30 litri al minuto Pressione di lavoro: 6 bar Guarda il video sul nostro sito Levaunghioli Apparecchiatura a funzionamento pneumatico per l asportazione delle unghie dalla zampa del suino.

Grazie alla struttura in acciaio inox ed al peso contenuto di 7 Kg, si possono asportare oltre 12 unghie al minuto.

Caratteristiche tecniche: Struttura: acciaio inox Funzionamento: pneumatico Pressione aria: 7 bar Guarda il video sul nostro sito Taglianchette prosciutti Apparecchiatura a funzionamento elettrico-oleodinamico per la tranciatura delle ossa laterali dei prosciutti anchette.

Grazie alla struttura in acciaio inox ed al peso contenuto di 4 kg, si possono tagliare oltre 30 anchette al minuto. Caratteristiche tecniche: Struttura: acciaio inox Funzionamento: idraulico Potenza max.

Guarda il video sul nostro sito Braccio carico per camion MA Macchina da carico e scarico carne, a colonna girevole, per auto frigo. Il sollevatore MA Tecnoalimenta è interamente costruito in acciaio inox.

Anche la maniglia di comando e il gancio sono in acciaio inox. Robusto, solido e pratico nelle operazioni di carico e scarico. Eliminazione di fatica fisica e tempistiche di lavoro ridotte. Braccio carico da stabilimento MF Macchina da carico e scarico carne, a colonna girevole, per punti di carico rialzati. Il sollevatore MF Tecnoalimenta è costruito interamente in acciaio inox. Avendo una portata utile di 300 kg è una macchina molto robusta, pratica e maneggevole nelle operazioni di carico e scarico permettendo di ridurre le tempistiche di lavoro e la fatica del personale addetto.

Attrezzature per la macellazione Guarda il video sul nostro sito 17 20 Inteneritrici di carne Attrezzature per la macellazione Inteneritrice manuale Tutti i particolari solo in acciaio inox. Caratteristiche tecniche: Molle di ritorno totalmente protette da sporco e liquidi. Facile smontaggio e pulizia del gruppo coltelli. Piano in polietilene con movimento libero. Scorrimento con cuscinetti lineari protetti da paraolio. Scorrimento su aste inox 304 rettificate. Tela paraffinata Ideale per la protezione delle ossa in fasedi confezionamento.

In rotolo da 100 mt - altezza 230 mm. Tutte le parti meccaniche vengono sottoposte a numerose prove per assicurare lunga durata. Costruiti secondo classe FEM 2m. Il riduttore è di tipo epicicloidale lubrificato con grasso permanente. Questo viene considerato come fine corsa di emergenza e non deve quindi essere usato regolarmente. Corda per quarti Attrezzature per la macellazione Docce pensili a spruzzo In materiale atossico per uso alimentare. Disponibile nei colori bianco e blu.

Gli ambienti per spedizioni e le bocche di carico: strutture per macelli e non solo

Compatta e robusta Impugnatura ergonomica Vite d attacco in acciaio inox Pressione max. Maglia elasticizzata consente di preservare sotto l aspetto igienico la carne durante il trasporto ed evitare che si disidrati durante la permanenza in cella frigorifera. Disponibile nei colori marrone e blu. Tubetto da 60 gr in plastica con cursore a rotazione. Disponibili diversi colori. E disponibile in vari colori. Adatto al contatto con alimenti. Capacità di portata 150 kg. Fabbricata in polipropilene.

Disponibile nelle misure: 80x65 cm 120x80 cm 130x80 cm 140x80 cm 150x80 cm Nei colori bianco e blu. Baltresca inox in lamiera forata Dim. Attrezzature per la macellazione Carrello inox porta baltresche piccole e grandi Carrello raccoglitore porta baltresche in plastica Transpallet inox Lunghezza forche di varie misure. Carrello inox porta prosciutti Dimensioni mm 1250x700xh.

Piano 500 Carrello inox da spedizione Dimensioni mm 930x590xh.


consigliata: