Jelevelencre

Jelevelencre

Compilazione registro di carico e scarico rifiuti

Posted on Author Darisar Posted in Film

  1. Come compilare il registro di carico e scarico dei rifiuti
  2. Gestione dei rifiuti: regole ed errori
  3. Registo di carico/scarico rifiuti: di cosa si tratta e come si compila?
  4. Registro rifiuti normativa

Il registro di carico scarico è un registro di contabilità e costituisce prova della tracciabilità dei rifiuti, della loro produzione e del loro invio a recupero o. aprile modelli A e B e la CIRCOLARE 4 agosto , esplicativa sulla compilazione dei registri di carico scarico dei rifiuti e dei formulari di. Il registro di carico/scarico è un vero e proprio registro di contabilità o smaltimento; vi sono annotati i movimenti di carico e scarico dei rifiuti. Caratteristiche del rifiuto: sono solo dati informativi e non c'è nulla da compilare. Registro di carico e scarico rifiuti (molto spesso) questo sconosciuto. Modalità di compilazione. Siamo sicuri di sapere compilare correttamente il.

Nome: compilazione registro di carico e scarico rifiuti
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 21.72 MB

La normativa di riferimento è costituita da: - articolo del D. La normativa vigente riporta, per quanto attiene alle operazioni di carico e scarico rifiuti, che chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, i commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione, le imprese e gli enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento di rifiuti, i Consorzi istituiti per il recupero ed il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti, nonchè le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi e le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all'art.

I suddetti dati devono essere utilizzati per la comunicazione annuale al catasto. Sono esonerati da tale obbligo gli imprenditori agricoli di cui all'art. La circolare di cui sopra fornisce le seguenti precisazioni e chiarimenti operativi in merito alla modalità di tenuta e di compilazione del registro di carico e scarico: il registro di carico e scarico, deve essere completato con i dati relativi alla ditta, alla residenza e al codice fiscale prima della vidimazione.

Per ubicazione dell'esercizio, si intende: la sede dell'impianto di produzione, di stoccaggio, di recupero e di smaltimento di rifiuti o la sede operativa delle imprese che effettuano attività di raccolta e trasporto, intermediazione e commercio di rifiuti; nella prima colonna del registro prima colonna degli allegati A-2 e B-2 al decreto ministeriale n.

Come compilare il registro di carico e scarico dei rifiuti

Il formulario stesso, inoltre, dovrà essere conservato presso i suddetti soggetti non obbligati alla tenuta dei registri di carico e scarico. Resta fermo che il trasporto di rifiuti urbani effettuato da un centro di stoccaggio a un centro di smaltimento o recupero deve sempre essere accompagnato dal formulazio di identificazione; o deve essere emesso un formulario per ciascun rifiuto quale risulta individuato dal codice CER e dalla descrizione.

A tale ultimo fine, al punto 4 del formulario, voce "Descrizione" dovrà riportarsi l'aspetto esteriore dei rifiuti che consente di identificare il rifiuto con il massimo grado di accuratezza, tenuto conto che la descrizione del CER non è sempre esaustiva, soprattutto in riferimento ai codici che recano negli ultimi due campi numerici le cifre "99"; p le quantità vanno indicate in kg oppure in litri.

L'esclusione dall'obbligo della predetta iscrizione deve risultare dall'apposita dichiarazione riportata in fine del punto 3 della prima sezione del formulario. A tal fine il produttore che effettua il trasporto deve barrare l'apposita parentesi inserita dopo le parole "trasporto di rifiuti non pericolosi prodotti nel proprio stabilimento" e dopo la preposizione "di" indicare il luogo e lo stabilimento di produzione dei rifiuti trasportati. Ovviamente quando i rifiuti non pericolosi sono trasportati dallo stesso soggetto che li ha prodotti, il punto 3 del formulario, non deve essere compilato, limitatamente ai seguenti dati identificativi: "Trasportatore del rifiuto La medesima procedura si applica agli imprenditori agricoli nei casi previsti dall'articolo 3 del decreto legislativo 30 aprile , n.

Inoltre, dovrà essere contrassegnata la casella ".

Albo , dei diversi mezzi utilizzati es. In caso di trasporto misto es. In caso di trasbordo parziale del carico su mezzo diverso effettuato per motivi eccezionali, il trasportatore dovrà emettere un nuovo formulario relativo al quantitativo di rifiuti conferito al secondo mezzo di trasporto. Sul primo formulario di identificazione, nello spazio per le annotazioni, dovrà essere apposto il codice alfanumerico del nuovo formulario emesso e gli estremi identificativi del trasportatore che prende in carico i rifiuti.

Gestione dei rifiuti: regole ed errori

Al produttore dovrà comunque essere restituita la quarta copia del primo e del secondo formulario emesso; z nel caso in cui il trasporto riguardi fanghi di cui al decreto legislativo 27 gennaio , n. Per ubicazione dell'esercizio, si intende: la sede dell'impianto di produzione, di stoccaggio, di recupero e di smaltimento di rifiuti o la sede operativa delle imprese che effettuano attività di raccolta e trasporto, intermediazione e commercio di rifiuti; la sede di coordinamento organizzativo o centro equivalente di cui all'articolo 12, comma 3, del decreto legislativo 5 febbraio , n.

Compilazione del registro di carico e scarico rifiuti. Ma non c'è bisogno di preoccuparsi, come in una squadra di calcio ben formata, ognuno ha il suo ruolo e noi saremo il tuo partner efficace per provvedere alla compilazione esaustiva di.

Ora, se hai già acquistato il tuo registro, ti sarai sicuramente chiesto E adesso? Le aziende che producono fino a tonnellate di rifiuti non pericolosi possono delegare la compilazione del registro di carico e scarico.

Registo di carico/scarico rifiuti: di cosa si tratta e come si compila?

I contenuti del registro di carico e scarico sono disciplinati dal Decreto Ministeriale n. Del aprile - Regolamento recante approvazione del modello dei registri di carico e scarico dei rifiuti ai sensi degli articoli 12, 18, comma 2, lettera m, e 18, comma 4, del decreto legislativo febbraio, n Di recente il Testo Unico in materia ambientale, facente capo al D.

Esso Chi deve tenere il registro di carico e scarico.

Anche in assenza di un sistema elettronico di tracciabilità dei rifiuti, sono obbligati alla compilazione e tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi Il Mud chiamato anche ecologico, deve essere presentato obbligatoriamente ogni anno entro il aprile, dai soggetti pubblici e privati indicati dalla legge.

Trasmesso al catasto dei rifiuti consente di elaborare una specie di registro di carico e scarico e avere informazioni su come i rifiuti prodotti dalle imprese, enti e raccolti dai Comuni sono stati trasportai, commercializzati. Il Registro di carico e scarico rifiuti è il documento ambientale sul quale devono essere registrati tutti i carichi e gli scarichi di rifiuti.

Lo schema di registro attualmente in vigore è quello previsto dal D. Del La vidimazione dei registri di carico e scarico rifiuti deve essere effettuata dalla Camera di commercio territorialmente competente.

Registro rifiuti normativa

Il Formulario di Sono obbligati alla compilazione e tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti a gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi e gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali non pericolosi di cui alle lettere c e d del comma dell'articolo e di rifiuti speciali non pericolosi da potabilizzazione e altri trattamenti delle acque di.

I soggetti che producono rifiuti non pericolosi di cui all'articolo , comma 3, lettere c , d e g , hanno l'obbligo di tenere un registro di carico e scarico su cui devono annotare le informazioni sulle caratteristiche qualitative e quantitative dei rifiuti.

Le annotazioni devono essere effettuate: a per i produttori, almeno entro dieci giorni lavorativi dalla produzione del rifiuto e dallo scarico del medesimo; b per i soggetti che effettuano la raccolta e il trasporto, almeno entro dieci giorni lavorativi dalla effettuazione del trasporto; c per i commercianti, gli intermediari e i consorzi, almeno entro dieci giorni lavorativi dalla effettuazione della transazione relativa; d per i soggetti che effettuano le operazioni di recupero e di smaltimento, entro due giorni lavorativi dalla presa in carico dei rifiuti.

Ne discende che durante il trasporto presso l'impianto di smaltimento rifiuti il formulario potrà essere privo di tale dato. A Codici CER rifiuti e descrizioni dei rifiuti da indicare sul registro di carico e scarico punti "a" e "b" Stato fisico del rifiuto punto "c" 1.


consigliata: