Jelevelencre

Jelevelencre

Ubuntu 10.10 italiano scaricare


  1. UBUNTU 10.10 ITALIANO SCARICARE
  2. A chi si rivolge
  3. Installare Ubuntu 10.10 Maverick Meerkat

Scarica Ubuntu. Fai clic sul pulsante arancione per scaricare l'ultima versione di Ubuntu. Dovrai creare un DVD o una pennetta USB per installarlo. Le versioni. iso da file torrent, trovate i collegamenti dei file torrent di tutte le versioni di Ubuntu su questa pagina del sito ufficiale italiano. Se avete un computer “​. Download ubuntu italiano. La possibilità di scaricare gratuitamente un sistema operativo. Emanuele Mattei di Emanuele Mattei il 25/10/ Sviluppatore. Parlare di Linux su PC, oggi, equivale per molti utenti a parlare di Ubuntu il cui nome deriva da un'antica parola africana che significa umanità.

Nome: ubuntu 10.10 italiano scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 44.75 MB

Lo sfondo di default ritrae uno Stambecco Ibex, con le sue grandi corna ricurve. Org è avanzata alla versione 7. Il supporto a Jaunty è terminato il 23 ottobre 2010 42. Nuove funzioni includono una maggior rapidità nel caricare il sistema operativo 43, l'integrazione di servizi ed applicazioni web nell'interfaccia desktop e una nuova schermata usplash e di login.

Con questa versione vengono anche supportati i netbook e Wacom hotplugging 43. Un nuovo sistema di notifiche, chiamato Notify OSD, è stato introdotto 44 45 insieme a nuovi temi. A partire da Jaunty, lo sviluppo di Ubuntu avviene su Launchpad attraverso il sistema di controllo versione distribuito Bazaar 46 47.

UBUNTU 10.10 ITALIANO SCARICARE

Da questa distribuzione l'installazione avverrà in modo predefinito sul file system ext4 e di conseguenza è stato introdotto il nuovo boot loader GRUB 2 [53] , radicalmente differente dal vecchio GRUB. Il vecchio hal in uso finora è stato sostituito con DeviceKit e udev mentre i driver grafici Intel hanno acquisito l'accelerazione UXA e il Kernel mode setting [54]. Il servizio di sincronizzazione file Ubuntu One è stato installato di default [51]. Nel giugno Canonical avvia l'iniziativa One Hundred Paper Cuts , tesa a individuare bug di usabilità e di facile correzione per migliorare l'esperienza utente di cui Ubuntu 9.

Ubuntu Il boot ha avuto cambiamenti multipli riferibili al look, al comportamento ed alla velocità delle fasi di avvio grazie a Plymouth [56] e alla rimozione totale di HAL dal processo di avvio, rendendo più veloce l'avvio e la ripresa dopo la sospensione.

Nel settore grafico il driver open source sperimentale per schede video NVIDIA nouveau è stato impostato predefinito in modo da avere una migliore gestione delle schede video NVIDIA come l'uso di un compositing senza installare i driver proprietari.

Il tema grafico ha subito un pesante restyle abbandonando il vecchio tema Human per il nuovo Ambiance, cambiando i colori di riferimento dal marrone al viola.

Insieme al tema grafico sono cambiate anche le icone e gli sfondi, avviando un contest tra la comunità per inserire gli sfondi inclusi in ogni distribuzione. Ubuntu One ha acquisito nuove funzionalità ed è stato avviato un negozio on-line per la vendita di musica digitale anche detto music store , chiamato Ubuntu One Music Store integrato all'interno di Rhythmbox che usa l'archiviazione cloud di Ubuntu One per effettuare backup e per sincronizzare i brani acquistati su più computer.

In questa versione di Ubuntu è stato rimpiazzato il gestore di fotografie F-Spot con Shotwell [65] mentre è stato rimosso dai programmi preinstallati il gestore di pacchetti da terminale Aptitude APT [66] [67].

Il tema grafico Ambiance è stato ridisegnato in vari punti ed è stato fatto realizzare un nuovo font per il sistema a Dalton Maag per Canonical chiamato Ubuntu Font Family [68].

Tra i cambiamenti grafici è da notare anche l'introduzione dell'interfaccia Unity nell' edizione netbook che sostituisce la vecchia interfaccia. L' Ubuntu Software Center ha acquisito la visualizzazione della cronologica del software installato e disinstallato, la possibilità di acquistare applicazioni a pagamento e un piccolo restyling grafico. L'installer grafico è stato migliorato in più punti, l'intero processo di installazione è stato semplificato ulteriormente, adesso è possibile installare componenti non liberi direttamente dall'installazione ed è disponibile per l'installazione il file system btrfs.

A chi si rivolge

Il nome significa Narvalo elegante. È comunque possibile scegliere al login se usare ambiente classico GNOME, scelta predefinita se il computer non ha i requisiti richiesti da Unity scheda video con accelerazione 3D disponibile. A seguito dell'acquisizione di Sun Microsystems da parte di Oracle Corporation e quindi dal cambiamento di politiche di sviluppo di OpenOffice.

Un altro cambio di applicazione è stato quello del riproduttore musicale, rimuovendo Rhythmbox e aggiungendo Banshee. In fase di installazione adesso è possibile aggiornare il sistema o reinstallarlo preservando i dati personali dell'utente [72].

Cambia nuovamente il nome della distribuzione: la versione desktop si chiamerà semplicemente Ubuntu e non Ubuntu Desktop Edition, la versione server Ubuntu Server e non Ubuntu Server Edition [73].

Con l'uscita di Natty Narwhal termina il servizio gratuito ShipIt, nato con la prima versione di Ubuntu [11]. Il nome della quindicesima versione di Ubuntu, chiamata Oneiric Ocelot, è stato annunciato il 7 marzo da Mark Shuttleworth [74]. La versione stabile è stata distribuita il 13 ottobre [75]. Questa versione ha visto la definitiva eliminazione di GNOME2 [76] : Unity3D è diventata l'interfaccia predefinita, affiancata da Unity2D, installato in via predefinita e utilizzato in assenza di accelerazione 3D [77].

In più è stato introdotto LightDM come interfaccia per il login grafico, al posto di GDM , in quanto più leggero e funzionale [79]. Alcuni programmi sono stati aggiunti, come Déjà Dup per fare backup [80] , ed altri sono stati rimossi, come PiTiVi [81] e Synaptic [82] , quest'ultimo rimpiazzato dalla versione 5.

Installare Ubuntu 10.10 Maverick Meerkat

Evolution è stato sostituito con Mozilla Thunderbird [83] dopo mesi di attesa per integrare Thunderbird in Ubuntu [84]. Fuori da Ubuntu, Lubuntu diventa derivata ufficiale [85] e Ubuntu Studio passa all'interfaccia grafica Xfce [86] mentre Muon Software Center diventa il gestore di applicazioni predefinito in Kubuntu [87]. Il 21 marzo Mark Shuttleworth ha annunciato che la versione Il nome della sedicesima versione di Ubuntu, Precise Pangolin, è stato annunciato da Shuttleworth il 5 ottobre nel suo blog [88].

Il 21 ottobre è stato annunciato che a partire da questa distribuzione, la versione Desktop sarà supportata per cinque anni invece degli attuali tre [89]. Precise Pangolin è stato pubblicato il 26 aprile Alcuni programmi sono stati rimossi, come Tomboy , e altri sostituiti, come per Banshee che è stato rimpiazzato da Rhythmbox , già presente nelle vecchie distribuzioni.

In questa finestra il programma di installazione controlla che: il disco fisso presente sul computer abbia almeno 2,6 GB di spazio libero - lo spazio minimo necessario a Ubuntu per installarsi; sia collegato alla rete elettrica - questa cosa vale per i portatili: è buona cosa che il portatile sia collegato alla rete elettrica, piuttosto che funzioni solo con la batteria; in questo secondo caso, la carica della batteria potrebbe esaurirsi nel corso dell'installazione, causando danni importanti - anche irreversibili - al computer; sia collegato a Internet - questa opzione vale se si desiderano scaricare aggiornamenti dalla Rete, ma non è indispensabile per la buona riuscita dell'installazione, il CD è più che sufficiente.

Se le opzioni sono verificate, apparirà di fianco un segno di spunta verde, in caso contrario una "X" grigia.

Da notare che se si desiderano scaricare aggiornamenti, è indispensabile avere un collegamento veloce a Internet da ADSL in su. In caso contrario, meglio lasciare perdere, in quanto lo scaricamento degli aggiornamenti richiederebbe ore, se non giorni.

Premiamo il tasto "Avanti" e proseguiamo. Il programma di installazione automaticamente ridimensiona la partizione disco con Windows per lasciare un po' di spazio a Ubuntu.

Se proprio non si sa cosa scegliere, consiglio di contattare un amico esperto di Linux o il LUG Linux User Group più vicino per essere aiutato nella scelta migliore.

Ricordate che lo spazio minimo sono 2,6 GB, ma consiglio di riservarne almeno una decina - considerate le dimensione dei dischi fissi attuali. Premendo il tasto "Installa", si inizia l'installazione di Ubuntu Quindi controllare bene le opzioni scelte!

Questa modifica nel processo di installazione, che adesso inizia quando ancora non si è finito di inserire i propri dati, è stata introdotta da questo rilascio, per velocizzare il processo di installazione.

Bisogna quindi stare attenti, perché non è più proposta una schermata di riepilogo e conferma dell'installazione, com'era fino Ubuntu Premiamo quindi "Installa" e procediamo. Scelta della località Installazione di Ubuntu Avendo scelto la lingua italiana, Ubuntu imposta Italia in maniera predefinita.

Premiamo "Avanti". Scelta della tastiera Installazione di Ubuntu Se avete dubbi, provate a digitare qualche carattere, utilizzando il piccolo campo di testo in basso con la scritta "Digitare qui per provare la tastiera", se non funzionano a dovere provate a cambiare paese e tastiera. Poi premete "Avanti". Informazioni personali A questo punto si impostano i dati personali. Dato che il computer è mio una delle poche cose in questa casa!

Questa è una lezione che non mi stanco mai di ripetere anche agli adulti. Da questo punto in poi, ci vogliono un minuti per completare l'installazione.


consigliata: