Jelevelencre

Jelevelencre

Litchi gratis scarica

Posted on Author Zulushura Posted in Musica

  1. Altre lingue
  2. Download Litchi for DJI Mavic / Phantom / Inspire / Spark APK
  3. Corsi in Litchi
  4. Frutta Imperiale Cinese: Litchi chinensis

Scarica subito Litchi for DJI Mavic / Phantom / Inspire / Spark per Android su Aptoide! Non ci sono costi aggiuntivi. Valutazioni utenti di Litchi for DJI Mavic. Scarica gratis Litchi per DJI Mavic / Phantom / Inspire / Spark App per Android! Scarica gratis APK, DATA e MOD Giochi Gratuiti su. - Prezzo: Gratuita. Litchi for DJI Mavic / Phantom / Inspire / Spark Mod Apk [Pagato gratuitamente][Acquisto gratuito] Caratteristiche:. Scarica Amazon Appstore sul tuo telefono Android. Unlock the full potential of your DJI Mavic/Phantom/Inspire/Spark with Litchi, the #1 app for DJI drones.

Nome: litchi gratis scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 24.64 MB

Questa guida è stata redatta con la versione 3. Perché UgCS? Poiché dunque a noi interessa UgCS come pianificatore di volo, in fase di installazione possiamo togliere la spunta alle voci "UgCS mapper" e "Video service" e a tutte le voci support.

Quando avvieremo il programma per la prima volta ci verrà chiesto di inserire un codice di attivazione o attivare la trial di 14 giorni: chiudiamo semplicemente la finestra perché a noi non interessano le funzionalità aggiuntive di controllo del drone offerte dal software. Avviato il client, apriamo il menù principale icona in alto a sinistra e creiamo una nuova missione: possiamo partire da zero o importare un file esistente.

Anche se non è il solo disponibile.

Altre lingue

Dopo aver fatto le scelte dei parametri che ti ho scritto qua sopra ce ne sono altri — direzione della prua, eventuale raggio delle curve, … — ma non entro troppo nel dettaglio , vengono create delle puntine virtuali, i waypoint, che tracciano una rotta di volo, un serpentone.

Il modello digitale di riferimento ha delle incertezze sulla posizione dei punti, anche di qualche metro.

Di nuovo, risparmi tempo e batterie; Il drone vola più o meno a velocità costante che scegli tu e risparmia batteria ancora! E saranno, probabilmente, meno di quelle che avresti scattato volando a mano. È tutto più sicuro: sai sempre dove stai volando e puoi intervenire, subito, per ogni necessità.

Download Litchi for DJI Mavic / Phantom / Inspire / Spark APK

Dopo ti racconto come programmare una missione. Ha un cuore centrale, il modulo Topografia e Catasto con CAD integrato, attorno a cui ruotano e si agganciano vari moduli, che puoi scegliere di acquistare in base alle tue esigenze.

È un software italiano, sviluppato da Fabio Guerra, e distribuito sia dallo Studio Guerra che dalla software house Gec Software , con il nome di Topografo. Thopos è il mio software di topografia. È il software che uso per la topografia. Ma ci tengo a dirti anche che: non è il solo software di topografia; non è il migliore software di topografia; non prendo un euro dallo Studio Guerra, anche se di recente sto collaborando con Fabio come Beta Tester per le nuove release.

Il modulo Topografia e Modelli 3D ha degli strumenti che ti permettono di pianificare una missione di volo automatico per un drone.

Scatti foto, registri video, hai lo streaming a terra di quello che riprende la camera del drone, puoi leggere tutte le informazioni telemetriche, … E puoi anche creare delle rotte, tramite punti fissi, da seguire durante il volo, a velocità stabilita. Volare su rotte di volo è utile anche per le riprese video creative. Inizio con Thopos.

Corsi in Litchi

Ed anche qualcosa in più… In questo articolo ti parlo di una missione fotogrammetrica su superficie chiusa. La possibilità di caricare dati di elevazione o ulteriori mappe anche attraverso servizi WMS, lo ripetiamo, è riservata agli utenti Pro o Enterprise.

Se volete provarla sarà comunque sufficiente attivare la trial di 14 giorni. Generare il piano di volo Volendo proseguire con la versione demo, ma funzionante per le nostre esigenze, di UgCS, passiamo ora a generare il piano di volo.

Frutta Imperiale Cinese: Litchi chinensis

A differenza di altre applicazioni, non siamo costretti a lavorare su quadrati predefiniti o a effettuare complicate manovre per trasformare il quadrato iniziale nel poligono di nostra necessità: in UgCS la creazione del poligono avviene per aggiunta di vertici. Sulla barra degli strumenti a sinistra attiviamo il comando "strumenti per fotogrammetria": ora, ogni volta che faremo doppio clic su un punto della mappa, verrà creato un vertice.

Aggiungiamo tutti i vertici necessari a perimetrare l'area da rilevare e infine facciamo in modo che il doppio clic conclusivo avvenga sul primo vertice, affinché il software capisca che abbiamo determinato l'area.

Guarda questo:CANZONE 883 SCARICA

Vedremo ora una serie di strisce verdi apparire nel nostro riquadro: sono le strisciate che percorrerà il nostro drone, in accordo con i dati di volo inseriti.

Perché il software generi un percorso corretto, è necessario nella finestra che si è aperta sulla sinistra dello schermo inserire una serie di dati. Ipotizziamo di voler effettuare un rilievo con il nostro Spark che abbia un GSD di 1,5 cm generalmente sufficiente in considerazione dell'accuratezza di un GNSS differenziale in modalità rover normalmente utilizzato per la correzione metrica di un progetto aerofotogrammetrico : utilizzando un foglio di calcolo dei tanti che è possibile trovare in rete qualche link in fondo all'articolo , scopriamo che per ottenere un GSD di quel tipo con il sensore dello Spark 6,17x4,56 mm per un FOV di 4,4 mm il drone deve volare a ca.

Purtroppo UgCS non è proprio preciso nel calcolo della quota di volo corretta di uno Spark, per cui affinché si ottenga una quota di volo di 40 metri dobbiamo indicare al software di voler ottenere un GSD di 0, Infine alla voce tipo di altitudine selezioniamo AGL. Questo è il risultato. Se, mantenendo gli stessi dati, avessimo selezionato SLM alla voce tipo di altitudine, avremo ottenuto una missione a quota costante.

Confrontando i due risultati, salta subito all'occhio quello che abbiamo spiegato in precedenza: quando cambia la quota del terreno, se il drone non si adatta al terreno il nostro rilievo aerofotogrammetrico avrà GSD differenti nelle sue varie porzioni.

Se vogliamo possiamo anche attivare il segno di spunta alla voce Doppia griglia: in questo modo il software si preoccuperà di creare una seconda serie di strisciate perpendicolari alla prima. Questa soluzione è molto utile quando si deve effettuare un rilievo aerofotogrammetrico con camera obliqua, la condizione operativa necessaria a ottenere il rilievo 3D di elementi verticali affioranti case, edifici, etc.

Infine, se attiviamo l'opzione che ci consente di visualizzare il profilo altimetrico della nostra missione, potremo visionare appunto l'andamento in quota del drone e l'altezza di volo adattiva dal terreno, nel nostro caso 39 metri. Per fare questo dovremo cliccare l'icona con i 3 ingranaggi "parametri" presente accanto al tipo di velivolo selezionato voce "DJI Spark" e cliccare su "mostra elevazione". Ottenere la quota di volo corretta è importante al fine di calcolare la corretta distanza tra le strisciate del drone.

Siamo dunque pronti a esportare il file KML che contiene il path della nostra missione di volo: ritorniamo sull'icona con i 3 ingranaggi e questa volta clicchiamo su "Esporta in KML". E sarà proprio questo Hub che andremo a utilizzare adesso. In basso a sinistra troviamo il pulsante Mission: passandoci il mouse sopra si attiverà un menu dal quale sceglieremo la voce "import". La finestra che si apre consente di importare un file KML o file CSV appositamente formattato o una missione nel formato Litchi esportata in precedenza o creata da altri.

Andiamo dunque a selezionare il file KML salvato in precedenza e vedremo le traiettorie create in UgCS apparire nel nostro universo Litchi: ogni vertice delle traiettorie è diventato un waypoint, identificato dall'icona simbolo dell'app che assomiglia a un razzo.

Ogni waypoint ha un numero identificativo che rappresenta l'andamento della missione: il drone dopo il decollo si porterà al punto 1, indi punti etc. La punta del razzo identifica la prua del drone, ma non la direzione che è rappresentata dalle linee che uniscono i waypoint: questo significa che noi possiamo decidere di manovrare il drone indipendentemente dalla sua posizione, come se nell'applicazione DJI GO avessimo attivato la modalità di volo intelligente Course Lock.

La direzione della punta è per noi importante perché determina il modo in cui le fotografie verranno scattate, se in "landscape" o in "portrait": a noi interessa che la punta sia sempre direzionata secondo la linea che unisce il punto 1 al punto 2 affinché le fotografie siano in modalità "landscape" e rispettino dunque la percentuale di sovrapposizione che abbiamo scelto.

Per modificare la direzione della prua del drone e i dati di navigazione associati a ogni waypoint, dobbiamo prima selezionarlo: si aprirà di conseguenza una finestra sulla destra dello schermo con i "waypoint settings". Questo significa che dovremo apportare una modifica su ogni waypoint: un lavoro un po' noioso ma necessario per la buona riuscita della missione. Affinché sia possibile attivare questa opzione, Litchi deve conoscere qual'è il modello di elevazione del terreno per quella località e per questo dobbiamo attivare l'opzione "Use Online Elevation" in the Mission Hub settings.

Ancora meglio, quella che era una funzione a pagamento di UcGS è una possibilità integrata in Litchi: stiamo parlando dell'uso di un DEM per pianificare correttamente l'altezza di volo del drone in funzione delle quote del terreno.


consigliata: