Jelevelencre

Jelevelencre

Batteria scarica scooter come fare

Posted on Author Shaktim Posted in Rete

Volete caricare la batteria dello scooter, ma non sapete come comportarvi? bassa si possono già osservare le prime avvisaglie di una batteria scarica. Non rimane altro da fare che accendere la vettura e lo scooter. Come avviare la moto con la batteria scarica Come ricaricare la batteria di uno scooter Come far ripartire una moto ferma da tempo. La batteria scarica o che non funziona più correttamente, è una delle cause più comuni dei problemi di mancato avviamento di uno scooter. Con la moto basta spingere, ma lo scooter non ha frizione!! le accensioni sono migliorate ma se si scarica la batteria fai pria a prendere il tram. a me avevano detto che bastava far muovere il variatore per accenderlo.

Nome: batteria scarica scooter come fare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 50.36 MB

Probabilmente si è scaricata la batteria. Gli attrezzi che occorrono sono: un cacciavite con la punta a croce, uno con la punta a taglio, una chiave del 10 ed un carica batterie 12 volt. La seconda cosa da fare è individuare la posizione della batteria: in genere si trova o sotto la sella, o nel bauletto sotto il manubrio protetta da un coperchio di plastica.

Rimuovete questo coperchio che di solito è fissato con una vite e magari utilizzatelo come contenitore per riporvi tutte le viti e i bulloni che toglierete. Svitati i bulloni dei poli staccate dalla batteria anche il tubetto trasparente di sfiato che generalmente si trova a lato della batteria. Trascorso questo tempo togliete dalla corrente il carica batterie e solo dopo rimuovete i morsetti.

Guida che insegna come prendersi cura della batteria della propria moto o del proprio scooter per evitare sorprese.

Durante la stagione invernale capita spesso che la propria moto o scooter rimanga fermo per lunghi periodi, magari nelle giornate con un poco di sole sarebbe utile accenderla e farci un giretto per far muovere i meccanismi del motore.

Visto che a volte i periodi di mal tempo sono più lunghi del previsto è bene tenere manutenzionata la propria batteria per evitare che con l'arrivo della bella stagione questa ci abbandoni.

Non utilizzare la moto spesso causa più danni che l'utilizzo stesso, infatti oltre ai problemi legati alla meccanica del motore esistono problemi legati all'impianto elettrico, la polvere e l'umidità possono essere nemici della vostra moto e del suo impianto elettrico. In particolare la batteria è la parte che ne risente di più e per questo dobbiamo riservarle maggiori attenzioni se non vogliamo che si degradi nel periodo di inutilizzo.

Un primo consigli è quello di mettere in moto per qualche minuto la vostra moto o il vostro scooter una volta ogni 10 giorni, questo vi garantirà il mantenimento del livello di carica della batteria, se non potete effettuare questo tipo di operazione, è comunque buona norma staccare i cavetti che collegano la batteria alla moto e portare la batteria in un luogo protetto da polvere ed umidità, cospargendo i morsetti con un velo leggero di grasso per evitare che si ossidi e coprendola con un panno.

Lasciando collegata la batteria all'impianto elettrico, anche se non utilizzate la moto, avviene comunque una dispersione di energia, a volte dovuta ai fili dell'impianto invecchiati e screpolati, a volte per le reazioni chimiche e fisiche che avvengono all'interno della batteria tra elettrolita liquido interno alla batteria ed elettrodi.

Per le batterie non sigillate, è consigliato controllare il livello del liquido interno elettrolita che non deve mai lasciare scoperti gli elettrodi all'interno della batteria, infatti se le piastre rimangono scoperte vanno a contatto con l'aria che prende il posto dell'elettrolita e si formano gli ossidi, che portano al cortocircuito degli elementi, danneggiando la batteria.

Oggi invece ti voglio parlare di come comportarti per far partire bene e senza problemi il motorino. Gli scooter dotati di carburatore sono quelli più sensibili al problema. Va da se che, per poter partire, un motorino a carburatore ha necessità che al suo interno ci sia la giusta quantità di carburante e di aria.

Ti sei avvicinato allo scooter, ed hai tolto la catena. In questo modo hai fatto entrare la benzina nel carburatore. Adesso prova a farlo partire, schiacciando il pulsante avviamento.

Di cosa si ha bisogno: i giusti attrezzi

Se non parte immediatamente, riprova ad accelerare a vuoto e poi riprova. Questa volta, assieme al pulsante avviamento che stai schiacciando, tieni leggermente accelerata la manopola del gas, poco, poco.

Il motorino dovrebbe partire nel giro di pochi secondi. Troppa benzina nel carburatore rischia di ingolfarlo, si bagna la candela ed il motorino non parte più, inoltre scarichi la batteria.

Prendersi cura della batteria della moto o dello scooter.

Piuttosto aspetta qualche minuto e riprova, oppure prova con la pedivella. Se invece il tuo motorino è dotato di un motore ad iniezione, dovrebbe essere sufficiente tenere schiacciato il pulsante avviamento, insieme ad una leggera accelerazione della manopola del gas.

Ami il fai da te? Potresti leggere questo. Vediamo come usarla. Quelli alimentati solo a benzina, a cui non aggiungi olio.


consigliata: