Jelevelencre

Jelevelencre

Fumi di scarico

Posted on Author Nikoramar Posted in Rete

  1. Scarico Fumi Caldaia: La Norma e le Novità introdotte
  2. Caldaie: distanze minime da balconi e finestre dello scarico fumi
  3. Scarico fumi per caldaie: quali soluzioni?
  4. Normativa caldaie e canne fumarie

Lo scarico dei fumi: normativa della costruzione di canne fumarie in condominio e case private, regole da seguire, installazione di stufe senza canna fumaria. Lo scarico fumi è un fattore da non sottovalutare in fase di installazione di un nuovo impianto di riscaldamento. Conoscere ciò che impone la. Comignolo, canna fumaria, tiraggio, generatore tutti gli elementi che concorrono alla corretta installazione del sistema di scarico fumi. Dal , con la legge 90, tutti gli scarichi dei fumi della combustione devono avvenire al di sopra del tetto, in particolare 1 metro sopra il colmo .

Nome: fumi di scarico
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 69.81 MB

Le varie tipologie di caldaia hanno diverse modalità per lo scarico dei fumi che andiamo a descrivervi in base alle attuali disponizioni Procediamo a descrivervi tutte le novità in merito allo scarico fumi Caldaia La linea generale della disposizione è quella di affermare come scelta primaria quella dello scarico fumi mediante canna fumaria a tetto.

È bene notare che la normativa non contempla tutte le altre possibilità. Va anche ricordato che questo obbligo si applica a impianti con potenza inferiore ai 35kW. I condomini e le costruzioni indipendenti con caldaie a gas, quindi, dovrebbero costruire o utilizzare canne fumarie centralizzate o ramificate adatte allo scopo.

Questa suddivisione vale per caldaia e scaldabagni a gas per le modalità di impego in opera, tuttavia gode di OBBLIGHI differenti e meno restrittivi rispetto alla caldaia, in questa pagina parliamo degli obblighi e normative sul tiraggio dei fumi della caldaia.

Tiraggio forzato Evaquazione dei fumi in maniera meccanica, per mezzo di un ventilatore o ventola elettrico che condue, spinge, i gas di scarico favorendo un determinato ingresso di aria comburente detta aspirazione.

Il sistema di scarico fumi ha un'aspirazione ed un'evacuazione forzata e controllata meccanicamente da una ventola ed elettronicamente da sensori di controllo e sicurezza e scheda elettronica per il comando. Tiraggio naturale Sempre più in disuso nei condomini ed in generale appartamenti civili di città, il tiraggio naturale è costituito da un unico tubo che esce dalla parte superiore della caldaia, già canna fumaria, collettiva ramificata o singola, che va naturalmente ad evacuare i fumi di scarico al tetto dell'involucro.

Scarico Fumi Caldaia: La Norma e le Novità introdotte

Ricordiamo che ad oggi non è possibile installare una caldaia a camera aperta in camino singolo. Anomalia e blocco caldaia: situazioni I problemi che raramente riguardano, come vedremo più in basso, le intossicazioni dovute a ritorni o cattivo tiraggio del camino fumi, spesso ci mettono di fronte a situazioni per cui è necessario un controllo dei fumi urgente.

Sono le situazioni di blocco forzato dell'apparecchio, ed avvengono per svariate motivazioni. Proviamo ad elencarne alcune.

Caldaie: distanze minime da balconi e finestre dello scarico fumi

Nel tempo potrebbe andare in blocco. Quando la caldaia "strappa" Cosa vuol dire? Molti utenti ci riferiscono che la caldaia strappa, come constatato anche da noi in interventi passati, fa prorpio "bum-bum". Sentiamo partire la fiamma..

Scarico fumi per caldaie: quali soluzioni?

Che fare? Ci sono fattori da escludere con tester precisi e locali, anche per l'impianto del gas.

Hai letto questo?SCARICO CATIS NON FUNZIONA

Il monossido di Carbonio Incolore, inodore, insapore, il CO è tossico e molto insidioso se inspirato. Poiché si lega saldamente allo ione del ferro nell'emoglobina del sangue impedisce l'arrivo dell'ossigeno nei tessuti. Notevole, infine, il fenomeno legato al peso del CO, che è maggiore dell'aria; esso infatti tende a stratificarsi al suolo mettendo maggiormente a rischio le vie respiratorie dei più piccoli umani o animali che siano.

Idrocarburi incombusti HC Gli idrocarburi incombusti sono composti chimici costituiti da carbonio C e idrogeno H. Sono presenti nel petrolio, nel gas metano e nel carbone, in grandi quantità. Hanno - questo il loro "segreto" - la funzione di veri e propri "contenitori di energia", quella che si sprigiona quando i combustibili vengono bruciati.

Il problema più grave sta nel fatto che alcuni composti a base di idrocarburi sono cancerogeni.

Gli idrocarburi incombusti dalla tossicità più elevata appartengono in maggioranza alla famiglia degli "aromatici", come il benzene. Si tratta di una sostanza che viene assorbita nel sangue attraverso la respirazione e che, come confermano studi dell'Organizzazione Mondiale della Sanità , ha elevate proprietà cancerogene e favorisce l'insorgere di malattie ematologiche gravi, come la leucemia. Nel caso di condotti separati, il sistema è completato con un condotto o apertura di compensazione: apertura o condotto di collegamento tra il condotto aria e il condotto fumi in una canna combinata fig.

Canna fumaria collettiva ramificata C. Figura 6 — Canna fumaria collettiva ramificata. Nei casi di collocazione interna si parla di sistema intubato in cavedio o asola tecnica, ossia un vano a sviluppo prevalentemente verticale, senza soluzione di continuità strutturale ai piani, con perimetro chiuso rispetto gli ambienti interni, costruito con materiali non combustibili, libero e per uso esclusivo.

Normativa caldaie e canne fumarie

Nei casi di risanamento del sistema, ad esempio dopo la sostituzione del generatore o per inadeguatezza di altra natura del sistema fumario esistente, possono essere trasformati in asole tecniche anche camini e canne fumarie dismessi. I sistemi intubati sono dunque sistemi multipli che possono accogliere sia camini che canne fumarie in pressione o depressione. Come per i canali da fumo, i camini e le canne fumarie devono essere costruiti conformemente alle normative europee per la certificazione CE dei materiali.


consigliata: