Jelevelencre

Jelevelencre

Scarica william shirer caduta francia

Posted on Author Negis Posted in Rete

  1. Garanzia cliente eBay
  2. '+_.E(b)+"
  3. William L. Shirer - Qui Berlino
  4. SHIRER CRONISTA DEL REICH

SCARICARE WILLIAM SHIRER CADUTA FRANCIA - Da 5 a 7 euro secondo la scelta del cliente Oltre i 5 Kg. Inoltre, aziende terze, con cui siamo affiliati. SCARICA WILLIAM SHIRER CADUTA FRANCIA - Toccando un link o Accetta, accetti l'utilizzo dei cookie e altre tecnologie da parte nostra e da parte dei nostri . Da Sedan all'occupazione nazista di William L. Shirer: spedizione gratuita per i clienti La fulminea caduta della Francia davanti all'avanzata delle truppe naziste fu Scopri Kindle, oppure scarica l'applicazione di lettura Kindle GRATUITA. Acquista il libro La caduta della Francia. Da Sedan all'occupazione nazista di Shirer William in offerta; lo trovi online a prezzi scontati su La.

Nome: scarica william shirer caduta francia
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 18.19 Megabytes

Da 5 a 7 euro secondo la scelta del cliente Oltre i 5 Kg. Inoltre, aziende terze, con cui siamo affiliati, potrebbero salvare cookie sul tuo dispositivo e usare tecnologie simili per raccogliere e usare alcune informazioni per la personalizzazione della pubblicità o per analisi.

Biblioteca di cultura storica Lingua: Amazon Music Streaming di milioni di canzoni. Consegne illimitate in 1 giorno. Book Depository Libri con spedizione gratuita in tutto il mondo.

Vorrei leggere questo libro su Kindle Non hai un Kindle? Dillo alla casa editrice. Scrivi una recensione cliente. Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora — è facile e veloce: Amazon Warehouse Deals I nostri prodotti usati e ricondizionati. Consegne illimitate in 1 giorno. Prime Now Consegna in finestre di 2 ore. Amazon Business Servizio per clienti business.

Da concordare con il cliente. Molte opere erano fornite di riflettori. Le infrastrutture erano imponenti. La linea fu definita una corazzata sulla terraferma, nel suo genere un capolavoro.

Si sostenne che la Linea toglieva ogni credibilità agli impegni assunti con la Piccola Intesa e con la Polonia, di fatto abbandonate a se stesse. La Gran Bretagna si era allontanata e si sarebbe dovuto arrivare al perché percepisse il pericolo hitleriano e desse finalmente inizio ad un affannoso piano di riarmo.

Il progetto della linea nasceva anche dalla memoria della gloriosa resistenza dei forti di Verdun. Fortificazioni più moderne ed adeguate alle nuove tecnologie avrebbero offerto una resistenza protratta nel tempo,e di tempo la Francia aveva bisogno.

Il problema del gettito del contingente negli anni detti creuses, corrispondenti dopo 20 anni a quelli della prima Guerra Mondiale, andava evidenziandosi in tutta la sua gravità, in un paese che aveva perso il fiore della gioventù e nel quale la stagnazione demografica durava da un secolo. U , la dottrina, che aveva avuto un aggiornamento nel , ribadedo gli affermati principi del Volete portate la guerra al di là delle frontiere? Era la strategia in cui si ritrovava una nazione afflitta da malessere sociopolitico e declino economico, dalla decadenza e dalla corruzione della vita parlamentare, da continui scandali, con politici che costruivano alleanze senza valore con paesi che sarebbero stati spazzati via e che pateticamente si proclamavano neutrali.

Il gabinetto di guerra britannico era sulla stessa linea. Fu un classico esempio della naturale inclinazione di un esercito vittorioso a non mettere in discussione le esperienze e i risultati raggiunti durante il passato conflitto. Finalmente Il 3 dicembre il Conseil supérieur de la guerre decide la formazione di due unità, ma si perde in studi concettosi. Alcuni membri ipotizzano di affidarne i compiti alla D. Lo squilibrio era forte, in quanto non vi era un bilanciamento delle forze.

La terza è approntata il 20 marzo con materiali incompleti, la quarta, agli ordini di de Gaulle, viene frettolosamente assemblata ma entra in azione mentre la battaglia di Francia è perduta. Il giudizio è troppo blando. Sono stati perforati come colabrodi in Spagna e inchiodati al suolo.

I politici come sempre si guardano le spalle. Gamelin in una nota rafforza questa opinione nei suoi giudizi. Faceva suoi i dubbi sulla motorizzazione e, a conferma del tutto, citava un articolo del capitano Mac Namara comparso su The United Services Review del dicembre Il carro armato, considerato arma offensiva per eccellenza, non aveva molto spazio.

Segue una breve descrizione dei modelli che parteciparono alla campagna del Il Renault F. Caratterizzato da una coda amovibile e dalla torretta girevole, straordinariamente maneggevole nei confronti dei carri contemporanei, pesante 6,5 tonnellate con una velocità di 7,8 km. Costruito dalla F. Aveva numerosi primati: un costo altissimo, nel ben 2 milioni di franchi contro i Dotato di un debole apparato meccanico, fu afflitto da un considerevole tasso di avarie. Per il trasporto era necessario uno speciale vagone ferroviario con una lenta procedura di sistemazione.

La velocità era riguardevole, 23 km. Il blindaggio era di 40 mm, con un motore da C. Fu il primo carro francese con un impianto radio ricetrasmittente e il primo al mondo con una torretta in acciaio fuso. Come il carro B non si prestava alla produzione in serie, essendo costituito da molti pezzi dei quali la fabbricazione era assai delicata, come sosteneva il generale Gamelin. Fu un carro mal concepito, mal riuscito, poco affidabile, di scarsa potenza.

Nel marzo su carri in dotazione solo 31 erano efficienti. Il carro, era innovativo sui carri leggeri o da rottura in servizio, ma risentiva delle concezioni degli anni venti e di una gestazione particolarmente lunga e difficile. Un altro cannone da 47 era sistemato in torretta. Le due mitragliatrici Hotchkiss da 8 mm.

Garanzia cliente eBay

Con un peso di 25 tonnellate, aveva un equipaggio di quattro uomini, il comandante sistemato nella torretta azionava il cannone da 47, il pilota-cannoniere, che con il capocarro aveva la visione esterna, azionava il cannone da 75 con a fianco il porgitore del munizionamento. Nel successivo B1-bis, la cui nascita risale al , lo spessore del blindaggio fu portato da 40 a 60 millimetri nella parte anteriore e 55 sui fianchi, anche alla luce delle esperienze della guerra di Spagna.

Nel corso della produzione i miglioramenti furono continui. Armato di un cannone da 37 mm. Nel vi fu una nuova versione con le sospensioni migliorate. Era afflitto da numerosi difetti: mancanza di radio sostituita da bandierine di segnalazione, velocità modesta, impossibilità di mantenere a lungo il fuoco con i portelli chiusi. Le specifiche erano di un mezzo da 13 tonnellate, con un equipaggio di due uomini, con la stessa torretta del carro B.

Va precisato che la dizione automitrailleuse era usata per i carri armati in dotazione alla cavalleria. Allorché nel adottammo un mezzo cingolato leggero 6 tonnellate armato di una sola mitragliatrice i modelli successivi ebbero una seconda mitragliatrice o anche un cannone da 25 , avevamo continuato a chiamarlo automitragliatrice da ricognizione. Altri sostengono che era un espediente della cavalleria per aggirare il monopolio della fanteria sui carri.

Caratterizzato dalla notevole velocità di 40 km orari pur avendo una corazzatura di circa 40 mm, pesante 19,5 tonnellate, armato di un cannone da 47 AC. Lo char léger Hotchkiss modello H del fu adottato dalla cavalleria, il successivo H era una versione migliorata con un motore più potente. Prodotto in circa esemplari con un equipaggio di due uomini, pesava rispettivamente 10 o 12 tonnellate, la velocità su strada era di 28 km. Il blindaggio era di 35 o 40 mm.

Le comunicazioni avvenivano con bandierine. Lo char léger M. Prodotto dalla F. Armato di un cannone da 37 S. Il mezzo non era dotato di radio. Solo nel fu distribuito ai reparti in un numero non superiore al centinaio. I Caudron , di cui fu sospesa la produzione per la mediocre velocità di salita, i Morane-Saulnier MS , i Bloch MB, i Potez costituivano un complesso di aerei da caccia che, per mediocrità, poteva paragonarsi solo alla Regia Aeronautica.

Unica eccezione il Dewoitine D giunto tardi e in circa esemplari ai reparti. A nulla servirono gli imponenti budget del e del , il divario con la Germania rimase gravissimo. Di certo il rinnovamento del materiale era stato tardivo, con la stessa approssimazione di quello terrestre. Nel , due anni dopo la costituzione in arma indipendente, le strutture furono riformate con la creazione di corpi aerei permanenti costituiti da caccia e bombardieri. I dati sulla valutazione delle forze aeree contrapposte erano grossolani.

'+_.E(b)+"

Francia, Gran Bretagna e Polonia schieravano in prima linea 3. Per i bombardieri la situazione non era cambiata dal settembre , per cui occorreva attuare una tattica estremamente prudente.

Passando alla R. Secondo Paul Kennedy la produzione aerea francese era stata da 50 a 70 aerei al mese dal al , un decimo di quella tedesca.

Colpisce la somiglianza con la Regia Aeronautica. Gli interventi furono limitati e per il numero e per la pochezza dei mezzi. I nuovi modelli, LeO 45 e Breguet ebbero una serie infinita di problemi che ne diminuirono le capacità operazionali. Ricognitori Potez 63, Potez , Bloch La riserva era di aerei di cui la maggior parte antiquata e superata. Come sempre gli aviatori pagarono con la propria pelle gli errori concettuali. Lo Spitfire fu invece gelosamente riservato alla difesa della Gran Bretagna e apparve soltanto sui cieli di Dunkerque.

La guerra è finita da tempo, il generalissimo ha avuto la possibilità di riordinare le idee alla luce di documenti e memorie, le sue opinioni non sono cambiate. Alla vigilia della guerra, come scrive il generale Gauché, la comparazione delle forze che vanno ad affrontarsi non era certo adatta ad inclinare lo spirito a imprese ardite.

Base di tutto: guadagnare tempo. Negli anni , e i bilanci per la guerra furono rispettivamente di I militari si accorsero finalmente di essere arrivati alle soglie della guerra, dopo aver passato anni a discettare sulle caratteristiche degli armamenti, con un catalogo di armi moderne, delle quali pochissime erano state realizzate.

Nel era stata preventivata una guerra di pochi mesi e fu lunghissima, nel , al contrario, si sperava in una guerra lunga. Sarebbe stata, invece, tragicamente brevissima.

Il tragico successivo equivoco fu quello di ritenere che la vittoria fosse stata conseguenza della superiorità militare scaturita dalla strategia di attrito. Il famoso storico faceva parte di quella combattiva minoranza, conosciuta come la Giovane Scuola inglese che si batte per un nuovo esercito, piccolo, potente, interamente motorizzato. Basil Liddell Hart, onorato col titolo di Sir, combattente e ferito nella passata guerra, scrittore fecondissimo, uno dei più importanti del secolo passato, autore di opere importanti sulla prima e la seconda Guerra Mondiale in cui, per inciso, non vi è nessun cenno alla Resistenza, espone le sue teorie sorrette da una più ampia piattaforma culturale e meno soggette alle strettoie della vita militare di altri autori.

Churchill, uomo dalle attività multiformi, fa costruire una macchina scavatrice, la Cultivator, vezzosamente soprannominata Nelly, capace di scavare un solco abbastanza profondo da permettere di superare le trincee nemiche, una macchina che non verrà mai usata e che finirà nel museo Engineer Supply 10 Lawrence, Thomas Edward. Depot a Longmarston nel Warwickshire. Nel Fuller, appoggiato da una parte della stampa e da uomini politici, riesce a convincere lo Stato Maggiore ad esperimentare una formazione corazzata che viene creata nel successivo Fuller è un uomo dal fortissimo carattere.

Capo dello staff costituito per la gestione dei carri armati, la cui ideazione risale al colonnello Ernest Swinton, autore del piano di attacco a Cambrai nel , nel Capo di stato maggiore del Corpo carri armati, ne diventa il principale esponente, iniziando una battaglia portata avanti con toni particolarmente virulenti. Nel è istruttore capo al Camberly Staff College, nel è assistente del Capo di stato maggiore imperiale. Continuerà una feconda carriera di scrittore.

Sono parole che infastidiscono gli aristocratici ufficiali della reale cavalleria mentre bevono il the nei loro club riservati. Su Fuller i giudizi favorevoli si sprecano. Il primo maggio , nelle pianure di Salisbury, per la prima volta nella storia si mosse un corpo corazzato, la Experimental mechanical force EMF.

I risultati non potevano che essere controversi. I mezzi erano residuati del passato conflitto, pesanti e lenti, scarsamente blindati, a cui si aggiungevano Carden Loyd da una tonnellata e mezza, armati di una mitragliatrice.

La nota positiva era data dai nuovi carri leggeri e veloci che, secondo lo Stato Maggiore, avrebbero dovuo sostituire la cavalleria montata.

Va sempre ricordata la naturale ostilità di tutte le grandi organizzazioni, con le loro leggi non scritte, alle trasformazioni. Altri sono più possibilisti di Smith. Il tenente colonnello G. Nel settembre venne presa la decisione di meccanizzare la cavalleria con un documento intestato The future reorganization of the British Army. Nel , infine, le divisioni di cavalleria lasciano i cavalli nelle stalle e vengono meccanizzate.

Alle nuove unità vengono assegnati i compiti della cavalleria montata. Affannosamente la Direzione generale dei carri armati e dei trasporti, organo del Ministero degli Approvvigionamenti prima, e il Consiglio dei carri armati costituito su impulso di Churchill dopo, si arrabattarono e cercarono di eliminare gli attriti tra i vari organi e dicasteri interessati.

Nella sua opera maggiore Churchill tenta di spiegare le ragioni di questo fallimento scaricandone le responsabilità sul precedente ministro della Guerra Hore-Belisha. II e III nel Costruiti in esemplari, armarono i battaglioni del Tank Corps negli anni Venti e per buona parte degli anni Trenta. Nacque poi un nuovo modello più grande, dal quale si ricaverà il Bren Gun Carrier, armato di un fucile mitragliatore Bren.

Dobbiamo arrivare al perché si sostituisse il Carro leggero Mark 1. Lord Gorth nelle sue memorie sostiene che, dei corazzati in Francia, solo i Matilda 2 potevano ingaggiare in combattimento i Panzer III. Gli Inglesi durante la guerra dovettero rassegnarsi ad essere tributari degli armamenti americani e le loro divisioni ebbero come carro base lo Sherman M4.

Vi erano poi i territoriali, Dobbiamo arrivare al per il primo consistente aumento delle spese militari, ma il bilancio fu inferiore a quello italiano e solo un terzo o un quarto di quello tedesco. La potenza militare della Gran Bretagna e del suo Impero al primo settembre era ben poca cosa.

Una grande guerra non era prevedibile per i prossimi dieci anni, e questa Istruzione venne ribadita sino al , con i relativi effetti sui piani di armamento. Schierava 4 divisioni motorizzate e una blindata i cui materiali erano in corso di rinnovamento. Prima di questa data il corpo spedizionario in Francia non poteva superare 8 divisioni di fanteria e una divisione di cavalleria. A queste forze vanno aggiunti aerei, di cui Hurricane, bombardieri leggeri e aerei da ricognizione che furono quasi interamente perduti.

Ma erano aristocratici i due comandanti che si succedettero nella guerra dei Boeri, Neville Lyttelton, capo di stato maggiore nel , Henry Wilson, capo di stato maggiore dal al , Alan Francis Brooke,capo di stato maggiore imperiale, mentre Bernard Law Montgomery era considerato il cadetto più povero del suo anno a Sandhurst. Napoleone sosteneva che preferiva i generali fortunati, e il visconte di El Alamein lo era sicuramente.

Va notato che Richard N. Aveva di fronte due battaglioni tedeschi lasciati in retroguardia. Come in tutti gli eserciti, anche in quello britannico esistevano umane rivalità. Pur tenendo conto della tendenza, non solo dei militari, a magnificare le proprie gesta, va notato che i generali memorialisti, Monty in testa, descrissero con stile lapidario, monumentale, auto celebrativo e sempre con insopportabile alterigia le operazioni alle quali avevano partecipato, attribuendo le sconfitte alla superiorità del materiale nemico e le vittorie alle loro capacità tattiche.

Faceva loro da contrappeso una nutrita pattuglia di storici, in testa Liddell Hart, Barnett e Fuller che non ebbero peli sulla lingua a criticare, spesso in modo estremamente pesante, il loro operato.

Con ineguagliabile britannico humour Liddell Hart sosteneva che il genio militare è fiorito sul suolo della Gran Bretagna, ma come una pianta esotica. In effetti, non esisteva nessuna remora contro i bombardamenti dei centri abitati, contro i bombardamenti terroristici eufemisticamente definiti bombardamenti strategici. Fu alla luce di questi principi che, nel , il governo prese la decisione di costruire quadrimotori per il bombardamento strategico della Germania.

Lo scontro tra le due aeronautiche fu una guerra nella guerra, uno scontro tra giovani uomini di straordinario valore con la migliore tecnologia esistente. Il duello si chiuse con la totale distruzione delle città tedesche e con Termine più preciso sarebbe stato Reichheer perché il primo termine indica le forze armate di terra, mare e cielo. Su Nella selezione per il nuovo esercito tra circa Furono scartati ufficiali di complemento anche con un brillante comportamento sul campo ma privi di conoscenze strategiche, e si diede la preferenza a ufficiali che sul fronte orientale avevano combattuto una guerra di movimento come Manstein, Kesserling, Rundstedt e Kleist.

In seguito si diede sempre la massima attenzione alla meritocrazia, con promozioni basate sulle reali capacità e non in base a scatti di anzianità o a simpatie politiche. Il colonnello Carrias lo descrive come un tipico ufficiale prussiano, elegante col suo monocolo, cortese, ironico, taciturno, grande lavoratore, grande volontà, paragonandolo a Moltke il Vecchio.

Capovolgendo i principi del suo predecessore generale Reinhardt, fautore della guerra difensiva, il Regolamento è prevalentemente dedicato alla guerra di movimento pagine condotta con grandi unità, e ai nuovi mezzi di combattimento compresi i gas, con caratteristiche e prescrizioni per trarne il miglior uso.

Viene esclusa la possibilità di combattimenti a cavallo da parte di grosse unità. La divisione di cavalleria, con artiglieria, genio e autoblindo, diverrà la base della divisione motorizzata degli anni Trenta.

Nel , tra quelli usciti dai corsi ufficiali, la metà erano figli di ufficiali di carriera. Le promozioni di sottufficiali erano rare, nel reclutamento di sottufficiali e truppe, i provenienti dalla classe contadina vengono preferiti agli operai ed ai borghesi. Egli aveva forgiato non un piccolo esercito, ma un grande esercito in miniatura, un microcosmo capace di illimitata espansione. Di poi, scagionato da una commissione di inchiesta, non fu reintegrato e si farà uccidere, alla testa del suo antico reggimento del quale aveva chiesto il comando, sotto Varsavia.

Hitler intanto, nel gennaio diventa Cancelliere del Reich. Nel lo sconosciuto Guderian ebbe la possibilità di far sfilare davanti al nuovo Cancelliere reparti che, in embrione, costituivano già una divisione corazzata, con carri, autoblindo e fanteria su autocarri.

Grande fu il malcelato compiacimento degli oppositori della nuova arma, i quali si fecero forti della certezza che le divisioni corazzate non erano in grado di operare in profondità.

Ma i carristi afferrarono la lezione, e vennero formati quadri scelti per la manutenzione e il rifornimento. Nelle operazioni in Africa Settentrionale gli Inglesi scoprirono che la maggioranza dei carri immobilizzati viene riparata sul posto. I principi enunciati in teoria devono poi essere applicati sul campo in sintonia con la situazione operativa concreta.

Dieci anni dopo il problema sarà più approfondito. I carri armati tedeschi disponevano tutti di un radioricevitore, e quelli comando di una radiotrasmittente. Già nel i primi quattro modelli panzer erano sviluppati. I tedeschi schierarono anche tre modelli di autoblindo. A differenza della Polonia, il Paese uscirà dalla guerra quasi intatto ma con la perdita della Rutenia subcarpatica a favore di Mosca.

Unico Stato ad uscire diminuito da un conflitto al quale non aveva partecipato. Le specifiche dei carri risalivano agli anni precedenti la guerra. Al il PzKpfw I, primo carro della serie. Con due uomini di equipaggio, due mitragliatrici, scarso armamento e debole corazzatura, aveva notevoli limitazioni tecniche. Il PzKpfw II è dello stesso anno: misura di transizione per carri più pesanti, aveva tre uomini di equipaggio, un cannoncino da 20 mm. Con cinque uomini di equipaggio, era armato di un cannone e due mitragliatrici.

La selezione, estremamente accurata, avveniva tra prototipi presentati da varie ditte, la relativa produzione veniva distribuita tra più società. Il modello II verrà relegato a compiti di esplorazione che svolse brillantemente per la sua velocità, 40 chilometri nella seconda versione. La stessa esperienza varrà per la moto con sidecar. Non passerà molto tempo che verrà sostituita dalla Kubelwagen, di più facile conduzione, con un carico superiore, con superiori possibilità di muoversi su terreno accidentato, fangoso o innevato.

Le riparazioni venivano effettuate in massima parte sui campi di battaglia o nelle immediate retrovie. I carri avevano a bordo razioni per tre giorni, con altre tre nella colonna rifornimenti reggimentali e tre nella colonna rifornimenti divisionale. Nelle successive operazioni le divisioni venivano ritirate dal fronte quando le perdite erano pesanti e le reclute si addestravano con i veterani lontano dai campi di battaglia. Il Truppenamt si trasforma ad agosto in Generalstab. Sotto il comando del generale Oswald Lutz, protettore di Guderian, operano insieme carri e fanteria motorizzata, supportati da reparti del genio in grado di operare anche ome fanteria, tradizione che risaliva a Federico II.

Per gli ufficiali in servizio si aprono nuovi orizzonti e invoglianti carriere, se si pensa che nessun ufficiale entrato nella Reichswehr quale aspirante raggiunse il grado di capitano prima del Tutti, esclusi i ereditati dalla Reichswehr, dovevano il loro stato a Hitler al quale professavano la massima lealtà.

Furono assorbiti 2. Nel furono introdotti gli ufficiali di complemento, vietati dal trattato di Versailles. Gli ufficiali delle Waffen-SS passarono da 1. La Marina aveva nel 1. Cominciava in tal modo a venire meno la tradizionale omogeneità della classe militare, sostituita da una nuova fanaticamente legata al Führer, il quale estese i suoi poteri imponendo la sua volontà in tutte le circostanze. Teams misti di ufficiali, psicologi, psichiatrici avevano stabilito un metodo severissimo di selezione che seguivano poi personalmente e che, a una analisi condotta negli Stati Uniti, era risultato efficacissimo.

I generali, dei quali Liddell Hart sosteneva che erano il miglior prodotto della loro professione in assoluto rispetto a ogni altro paese, non avevano avuto negli anni e un grado superiore a quello di maggiore, e nel la loro età media era sui anni. Von Brauchitsch, comandante in capo nel , era un capitano addetto allo stato maggiore nella passata guerra. Per inciso, tutti i marescialli francesi nel avevano più di 70 anni.

E non solo i generali, ma anche i sottufficiali la cui carriera è stata ancora più lenta. A prova delle loro capacità va osservato che gli alti comandi delle divisioni corazzate furono assegnati ad ufficiali provenienti in massima parte dalla fanteria: Hoth, Guderian, Schmidt, Reinhardt, von Wietersheim, Rommel.

Dupuy e Van Creveld giungono alle stesse conclusioni. Con perdite altissime i tedeschi pagano tale capacità. Questa filosofia si adattava in modo particolare a un paese sui cui confini gravitavano tre grandi potenze europee, Francia, Russia e Austria-Ungheria, spesso alleate.

Ad esempio il regolamento del autorizzava gli ufficiali a modificare gli ordini ricevuti quando la realtà si appalesava diversa. I comandi superiori intervenivano solo quando subentravano fattori che non potevano essere a conoscenza dei subordinati.

Gli ufficiali venivano incitati a sfruttare tutte le possibilità che gli avvenimenti che si succedevano sul campo di battaglia creavano. Questo decentramento delle funzioni permetteva ai comandanti, in particolare quelli di divisioni corazzate, di avanzare alla testa delle prime unità, con la possibilità, di assumere le decisioni con la massima velocità.

Guderian sul suo carro comando, un SdKfz Hanomag appositamente attrezzato ,e Rommel col veicolo corazzato battezzato Mammuth, erano dovunque. Il generale Mancinelli, suo collaboratore, sosteneva invece che era molto pericoloso avvicinarlo essendo sempre in prima linea. Non va dimenticato, è una comune considerazione storica, che i Tedeschi, eccellenti in campo tatticooperativo, erano incapaci di pensare in termini strategici.

Basti pensare alle Panzerdivisionen che sfondano a Sedan e si spingono verso la Manica per chilometri col rischio sempre esistente di essere tagliate fuori da improvvisi attacchi alle linee di comunicazioni.

Invece, clandestinamente rinacque nel con un apposito reparto del Truppenamt agli ordini del capitano poi maggiore Helmut Wilberg, che, in aeronautica dal , aveva comandato reparti in guerra, sviluppando nuove tattiche. Quando si pensa alle sfibranti diatribe e stanchevoli querelle che infiammarono gli ambienti militari inglesi, statunitensi e, in modo particolare, francesi, si apprezza ancora di più la capacità germanica nel trovare la soluzione giusta.

Principi base furono la superiorità aerea e una stretta collaborazione con le altre armi. Nei confronti del bombardamento strategico le perplessità, lo scetticismo erano grandi, alla luce degli scarsi risultati ottenuti su Londra e altre città inglesi, a cui si aggiungevano la pochezza di quelli britannici sulla Germania, contrastata da una contraerea che, secondo il capitano Seydel, comandante del Flakgruppe 20, aveva abbattuto aerei alleati.

Il primo marzo nasce finalmente la Luftwaffe, in cui transitano ufficiali di grande valore come Kesserling. Si afferma chiaramente che la distruzione della volontà del nemico è il primo obiettivo e si dà grande importanza alla mobilità dei servizi terrestri per un sempre più rapido spiegamento. Fu una dottrina sempre e incessantemente rimodellata e aggiornata alla luce delle nuove esperienze. Si dovrà arrivare alla guerra civile di Spagna perché la dottrina della Luftkriegführung si sviluppasse rapidamente alla luce della straordinaria opportunità di misurarsi in combattimento.

Moltke il Vecchio sosteneva infatti che alle grandi manovre manca il sangue e il ferro. La Condor, costituita formalmente da volontari, aveva in dotazione circa cento aerei e unità che si avvicendano nei cieli spagnoli.

Obiettivo principale il supporto alle truppe e la distruzione del sistema logistico e di trasporto, mentre il bombardamento delle grandi città, alla luce di quelli effettuati dagli Italiani su Barcellona che non scalfirono il morale delle popolazioni, sollevava notevoli perplessità. Una formazione di due coppie, che volavano come quattro dita della mano destra escluso il pollice, era detta Schwarm.

Il pilota volgeva la sua attenzione al nemico senza preoccupazioni di mantenere la formazione. Si aggiunge la sorpresa tattica rappresentata dalle formazioni paracadutiste e dalle truppe aviotrasportate, che dettero un potente avallo alle vittorie in Norvegia, Belgio, Olanda e Creta.

Con un equipaggio di due uomini poteva piazzare una bomba nel raggio di 50 metri. Dato il sistema di agganciamento esterno del carico di bombe, che ne riduceva la velocità, essi non riuscirono, durante il volo di andata, a superare i chilometri orari.

I progetti di un bombardiere in grado di attaccare con un alto angolo di picchiata negli anni tra le due guerre avevano impegnato le principali aviazioni.

In Germania si ebbe lo scontro tra Ernst Udet, accanito sostenitore della necessità di un bombardiere in picchiata e von Richthofen, ma la volontà del primo ebbe la meglio, anche perché il sostegno aereo alle divisioni Panzer era considerato indispensabile. Lo Junkers Ju. Il migliore fu sicuramente lo Junkers Ju. Con successive modifiche, sarà in servizio per tutto il conflitto. Su questo caccia va spesa qualche parola. Fu costruito in ben Amatissimo dai piloti, competitivo fino alla fine della guerra,aveva un unico grosso difetto, la manovra di rullaggio che portava a numerosi incidenti in fase di atterraggio e decollo.

Secondo Walter J. Terrà testa allo statunitense Mustang, miglior caccia della seconda generazione di guerra. Dotato di radar fu adibito al combattimento notturno contro i bombardieri alleati.

Secondo Fuller, nel maggio del la forza ammontava a aerei di cui da trasporto. Dati più recenti, calcolati dallo storico Alain Bru, valutano la forza della Luftwaffe sul fronte occidentale al 10 maggio a un totale di aerei con bombardieri di cui Stuka, Me , Me , Ju 52 da trasporto, ricognitori, divisa nella Luftflotte 2 agli ordini di Kesserling e nella Luftflotte 3 agli ordini di Sperrle, oltre a reparti paracadutisti, fanteria aeroportata e reparti alianti.

I Fliegerkorps erano invece raggruppamenti operativi con caccia, bombardieri e ricognitori per una determinata missione. Dalla Luftwaffe dipendeva una divisione di parà agli ordini del generale Student, una divisione di fanteria aviotrasportata con alianti e trimotori Ju Gli schieramenti Gli eserciti contrapposti si fronteggiavano dal Mare del Nord fino al confine svizzero. Schieramento alleato. A posteriori sembra, ma a posteriori, uno sperpero di forze.

La comune frontiera con la neutrale Svizzera e il pericolo della violazione dei suoi confini creava altri problemi. Ancora alla data del 16 maggio , 37 divisioni su un totale di restano bloccate sulla Maginot in attesa di un nemico che non sarebbe mai arrivato. Schieramento germanico.

William L. Shirer - Qui Berlino

Corpo motorizzato del generale Wietersheim su tre divisioni. Missione: impegnare le difese della Maginot e, se possibile, sfondarle.

La segretezza era massima, solo i generali e gli ufficiali degli stati maggiori venivano a conoscenza delle direttive reali, i reparti venivano addestrati per un imminente attacco, nelle retrovie si simulavano movimenti di truppe, artiglierie e blindati e la preparazione di alloggi per truppe in arrivo. La stima in Maurice Gamelin era grande.

Nel soffocherà la rivolta in Siria, fiancheggerà Weygand nello Stato Maggiore Generale e ne prenderà il posto nel gennaio Erano tutte qualità che mancavano al generalissimo.

La dislocazione del Grand Quartier Général G. Con un macroscopico errore si statuisce che il Grand Quartier Général deve affiancare non solo il comandante in capo ma anche il comandante del settore Nord-Est diventando stato maggiore delle forze terrestri, stato maggiore del teatro di operazioni del Nord-Est e stato maggiore della Défense nationale.

La scelta delle sedi viene fatta tenendo conto della rete stradale, dei servizi telefonici, del servizio di sicurezza e delle possibili offese aeree. Se negli anni Venti il comando è stabilito a Metz nelle vicinanze del confine con la Germania, nel tempo se ne allontana.

Gamelin sceglie il castello di Vincennes vicino Parigi, nel quale erano stati fucilati il duca di Enghien e Mata Hari. Joffre invece si era sistemato a Chantilly, ben lontano dai centri di potere parigini. Lo stato maggiore si installa a Montry, in una villa di proprietà dei Rothschild, a media distanza tra Vincennes e La Ferté-sous-Jouarre. Il generale Georges, comandante del fronte Nord-Est, aveva il suo quartiere generale nel sontuoso castello di Bondons a metri dalla città di La Ferté sous Jouarre ed a 65 km.

I comandi dipendenti vennero assurdamente sparpagliati in 70 edifici della città e dei dintorni. Georges pensava invece che Bineau fosse in piena forma e che Gamelin non poteva emettere giudizi avendolo visto solo due volte in quattro mesi. Fu un altro motivo della conflittualità che esisteva tra i due capi e che si estendeva ai loro ufficiali. Quando Weygand assumerà il comando, resterà esterrefatto accertando che i comandi di Vincennes, Montry e La Ferté sous Jouarre non dispongono di posti radio e che le comunicazioni avvengono a mezzo di linee telefoniche e staffette.

Di Joseph Georges il generale de Castelnau, uno dei più prestigiosi comandanti del passato conflitto, traccia un quadro a tutto tondo. Aveva ottimi precedenti. Promosso generale di divisione, fu capo dei servizi economici della Ruhr e Capo di stato maggiore di Pétain durante le operazioni in Marocco.

Nel assunse il posto di adjoint del generale Gamelin major des armées en temps de guerre , poi, nel settembre , fu nominato adjoint del général Gamelin per il fronte del Nord-Est e in dicembre comandante del fronte Nord. Weygand era dello stesso parere.

Guarda questo:MITO SCARICO RAGAZZON

Il generale Fagale, nel suo Journal de marche, sostiene che anche Gort ne aveva alta stima e si considerava felice di essere un suo subordinato. Tre armate aeree fiancheggiavano le forze terrestri.

Altre violente diatribe si ebbero quando fu costituito il 4 settembre il Comando superiore delle Forces terrestres antiaérienne F. Ve lo trovai in una cornice simile a quella di un convento, circondato da pochi ufficiali, mentre lavorava e meditava senza impicciarsi del servizio normale.

Lasciava che il generale Georges comandasse il fronte sud-orientale. La cosa poteva andare sinché non vi fosse accaduto nulla, ma sarebbe senza dubbio divenuta insostenibile, qualora la battaglia avesse avuto inizio. Egli stesso si dimostrava, non soltanto fiducioso nelle proprie misure e nel valore delle proprie forze, ma soddisfatto, e anche impaziente di vederle messe alla prova. Le divisioni erano ripartite in tre tipi di unità. Con i più giovani soldati e quadri permanenti costituiva un buon strumento militare.

Seguivano le divisioni tipo A con soldati tra i 24 e i 32 anni e un discreto numero di quadri permanenti, e quelle B con soldati più anziani e pochissimi quadri permanenti. I reggimenti formavano a loro volta nove brigate. Nel la Francia possedeva il miglior carro armato del mondo, il Char B-1 di 33 tonnellate, un mezzo robusto con una buona meccanica e un potente blindaggio, che non aveva rivali nella Panzerwaffe.

Siccome provenivano proprio dalle postazioni difensive del Comando immaginai che stavamo per ricevere un visita dei carri armati tedeschi che si trovavano ad Arras e nelle vicinanze. Ma, dopo essermi informato, seppi che i nostri avevano fatto fuoco su un carro armato francese, uno dei pesanti char B. Si dovrà arrivare al gennaio per la formazione di una seconda DCR e a marzo per la terza.

Esisteva un Gabinetto di 20 membri che, presieduto dal primo ministro, era responsabile davanti alla Camera del Comuni. Comprendeva i tre ministri militari e dal il ministro incaricato della Coordinazione della difesa nazionale e trattava tutti i problemi della difesa, sotto la direzione del Primo Ministro, ma senza potere esecutivo. La prima riuniva i tre ministri militari e i capi di stato maggiore.

Nel tempo, con tipico empirismo britannico, i rapporti si restrinsero tra Churchill, i Capi di stato maggiore e personalità diverse che di volta in volta si riteneva interpellare. Si basava su forti aiuti economici alle nazioni alleate e su operazioni anfibie nei punti periferici delle future potenze nemiche. Si riteneva che la prossima guerra sarebbe stata una guerra di usura per la quale si faceva grande conto su un futuro intervento americano. I Francesi si opposero ad ogni offensiva aerea, gli Inglesi ad azioni nei Balcani.

Il 3 settembre infatti i bombardieri volarono per la prima volta sulla Germania scaricando non bombe, ma 13 tonnellate di manifestini di propaganda.

SHIRER CRONISTA DEL REICH

In una barzelletta si sosteneva che gli equipaggi erano stati formalmente invitati a non lanciare interi pacchi ancora pressati per evitare di ammazzare qualcuno. Nel successivo inverno altre due 19 dicembre e 5 febbraio , seguite da quattro in primavera 28 marzo, nove, 22, 23 e 27 aprile.

Gamelin considera soddisfacente lo svolgimento delle sedute delle quali erano stesi processi verbali in entrambe le lingue. Tenere fermo. Sviluppare la pressione economica. Nessuna offensiva a meno che Hitler non inizi. Nella seduta del 4 febbraio fu delegato il comando delle forze in Norvegia allo stato maggiore britannico. Le decisioni delle autorità militari non venivano aiutate dai rapporti del Deuxième Bureau del G. Triplice missione dello spionaggio è di fungere da collettore di notizie con successive analisi e valutazioni.

Tutte furono svolte mediocremente. Tocca qui per dettagli e controlli. Amazon Music Streaming di milioni di canzoni. Grazie per averci aiutato a far rispettare le regole di pubblicazione degli annunci. Amazon Warehouse Deals I nostri prodotti usati e ricondizionati. Iscriviti ad Amazon Prime: Da concordare con il cliente. Mattotti e kramsky labirinti ed. Amazon Business Servizio per clienti business.

Prime Now Franvia in finestre di 2 ore. Inoltre, aziende terze, con cui siamo affiliati, potrebbero salvare cookie sul tuo dispositivo e usare tecnologie simili per raccogliere e usare alcune informazioni per la personalizzazione della pubblicità o per analisi.


consigliata: